Juniores Elite, secca sconfitta della Polisportiva in casa dell’Albalonga

juniores 6

ALBALONGA-POL. GAETA 3-0

Albalonga: Gallucci, Micaloni, Pistolesi, Barbato, Angeli, Boschi, Longo, Cameo ( 27’ st De Vecchis), Pacielli, Marchetti, Ranaldi (8’ st. Primerano).A disp. Scalibastri, Leoni. All. Ronconi

Pol. Gaeta: Egizzo, Corrado, Colozzi, Popolla (26’ st Carpisassi), Brusciano (3’ st Iorio), Noce, Cera, Veglia (22’ Calcagni), Di Luca (11’ st Vaudo), Mazza, Leccese. A disp. Venditti. All. Melchionna-Colozzo

Arbitro: Sig. Potenza di Roma 2

Marcatori: 8’ pt Cameo, 37’pt Marchetti, 8’ st Pistolesi (A)

Ammoniti: Barbato, Pacielli (A), Noce, Veglia, Mazza (G)

 

Secca sconfitta della formazione gaetana in trasferta con l’Albalonga. Partita equilibrata nella fase iniziale del match con le due squadre che si studiano. Il Gaeta è più manovriero mentre i padroni di casa si affidano alle ripartenze. E proprio a seguito di una di queste arriva il gol di testa di Cameo, dopo che Egizzo in precedenza si era reso protagonista di un efficace intervento. Gli ospiti provano a replicare ma le azioni non sono accompagnate dalla necessaria incisività. Al 30’ da segnalare un tiro di Veglia che termina sul fondo. L’Albalonga assai concreta raddoppia al 37’ con Marchetti su calcio di punizione calciato da posizione laterale. Nei minuti finali della prima frazione di gioca tenta di accorciare le distanze il Gaeta, prima al 39’ con un colpo di testa di Di Luca e poi con una conclusione di Mazza su calcio piazzato quasi dal limite dell’area. In entrambe le occasioni para Gallucci. Allo scadere altro colpo di testa di Di Luca ed anche questa volta Gallucci si fa trovare pronto. Il primo tempo si conclude con l’Albalonga in vantaggio per due reti a zero. Nei primi minuti della ripresa, precisamente all’8’ i padroni di casa si portano sul 3-0. Fallo di Corrado al limite dell’area, batte Pistolesi che supera Egizzo. Nel corso  dei secondi quarantacinque minuti di gioco, poveri di occasioni gol, si assiste alla continua presenza nella metà campo avversario da parte del Gaeta. Ma si tratta di una supremazia sterile. Al 36’ infortunio per Leccese e biancorossi che restano in dieci, avendo già effettuato tutte le sostituzioni. E così al 90’ il risultato resta lo stesso. In sintesi generosità, buona volontà da parte di un Gaeta che  però non ha saputo pungere, affidandosi spesso a tiri dalla distanza e cross infruttuosi, decisamente più essenziale l’Albalonga capace di capitalizzare le opportunità che gli si sono presentate.