A ROCCASECCA UN KO PESANTE (4-1).A FINE GARA SQUADRA A RAPPORTO NELLO SPOGLIATOIO CON LA SOCIETA’ CHE FA LA VOCE GROSSA

rG

ASD ROCCASECCA-POL.GAETA 4-1

ASD ROCCASECCA: Mataluna, Casillo, Cozzolino, Fulco, Padovani, Torrens,Corrado (91′ Lombardi),Gimmiti (67′ Fraioli),Calcagni, Chiarlitti (57′Zonfrilli), Fiorillo. A disp. Carlino, Reale, Ricci, Cambone. All. Mancone

POL. GAETA: Fiorini, Calderone, Colozzi (46′ Pellino), Bosco, Fortunato, Seppani, Avella, Visciglia (54′ Fanelli), Dama, Colafranceschi (67′ Romano), Zingrillo. A disp. Andolfi, Mantoan, Romeo, Mazza. All. Melchionna

Arbitro: Sig. Cimino di Sala Consilina (ass.Risa e Borelli di Roma 2)

Marcatori: 27′ Calcagni (R), 73′ Calcagni (R), 75′ Zingrillo (G), 84′ Fiorillo (R), 89′ Calcagni (R).

Note: Pomeriggio soleggiato e caldo. Spettatori 200 circa. Angoli 6-1 per il Roccaseca. Ammoniti: Torrens, Calcagni (R), Avella (G).

Una brutta scoppola, giusto definirla così, quella subita dal Gaeta al Lino Battista di Roccasecca. Un successo forse troppo ampio ma meritato quello dei ragazzi di mister Mancone. Un Roccasecca voglioso, tonico, determinato ha avuto nel primo tempo partita facile contro una squadra biancorossa fin troppo molle, inguardabile, capace nella ripresa di giocare costantemente nella metà campo avversaria salvo poi fallire anche in questo match (tipo Semprevisa, Artena, Formia) delle palle gol clamorose, per poi ancora una volta farsi ripetutamente  infilare da polli. E’ queso in estrema sintesi l’andamento di una gara amara per i colori biancorossi. Il Gaeta inizia bene con un bel tiro di Bosco poco alto sopra la traversa. Al 9′ grande occasione sempre per gli ospiti con Calderone che davanti alla porta stecca mandando fuori la sfera. Poi comincia a venir fuori il Roccasecca con aperture continue sulle fasce e Gaeta che va in difficoltà, spesso in ritardo sul pallone e contrastando poco decisamente l’avversario. E proprio operando una  spinta continua, il Roccasecca che già ci aveva provato anche su calcio da fermo, trova il vantaggio. E’ il minuto 27′ quando con un tiro forse deviato Calcagni insacca. Il gol dovrebbe svegliare il Gaeta ma l’atteggiamento a tratti passivo, poco risoluto e non certamente da grande squadra dei suoi giocatori consente ai ragazzi di Mancone di sfiorare ripetutamente il raddoppio.Al 29′ Fiorini salva la propria rete. Al 36′ ancora i padroni di casa vicini al gol. L’ultimo sussulto del primo tempo è ancora opera del Roccasecca, al 44′ con Fiorini che devia su conclusione di Fiorillo. Poi sulla stessa azione Fortunato ribatte sulla linea di porta. Squadre negli spogliatoi con il Roccasecca in vantaggio per 1-0. Ad inizio ripresa Pellino sostituisce Colozzi nelle fila del Gaeta. Si cerca un maggiore equilibrio. La squadra biancorossa ora comincia a premere. Al 54′ fa il suo esordio Fanelli, giocatore biancorosso ingaggiato in settimana. E proprio il nuovo entrato al 56′ sfiora il gol. Il Gaeta è più in palla e deciso a cambiare le sorti della gara. Al 60′ Dama tira a botta sicura ma il pallone colpisce il compagno Colafranceschi e finisce fuori. Al 67′ ultima sostituzione nel Gaeta con Romano che rileva Colafranceschi. Altra opportunità  al 71′per il Gaeta sempre con Dama che di testa sbaglia clamorosamente e manda il pallone sopra la traversa. Anche in questa gara il Gaeta costruisce ma poi non finalizza. E come sempre accade nel calcio, il Roccasecca che fino a quel momento aveva solo subito, trova il raddoppio. Al 73′ su calcio d’angolo battuto da Fiorillo i biancorossi poco attenti si lasciano sorprendere da Calcagno che infila. Il Gaeta però due minuti dopo riesce a scuotersi con Zingrillo bravo a battere a rete. Ma la squadra biancorossa è costretta a giocare in dieci causa il forfait di Seppani che abbandona il terreno di gioco per infortunio. All’84′ gli ospiti in maniera ingenua perdono palla e consentono al Roccasecca una rapida ripartenza con Reale prima e quindi Corrado, con quest’ultimo bravo ad innescare Fiorillo che non sbaglia. E’ in pratica la rete del game over, mancando ormai una manciata di minuti al termine del match. Ma siccome al peggio non c’è mai fine, ad un minuto dalla conclusione dei tempi regolamentari il Roccasecca mette a segno il quarto gol sempre ad opera di Calcagno servito da Cozzolino. Finisce così 4-1, un risulto che farà parlare, considerate le dimensioni e l’aver giocato, con rispetto parlando, non certamente contro una corazzata. Al termine della gara i biancorossi restano a rapporto negli spogliatoi con la Società che alza la voce puntando il dito contro la scarsa determinazione, l’assenza di carattere e il poco impegno di un gruppo che obbiettivamente sta deludendo ogni aspettativa.