BELALBA: “AVREI FIRMATO SUBITO PER L’ATTUALE POSIZIONE IN CLASSIFICA ALLA QUINTA DI RITORNO”

Presidente Belalba 6

Per la consueta sala stampa del giovedì a parlare è il presidente Mario Belalba

Presidente, domanda scontata, è soddisfatto del campionato della sua squadra finora?

Io credo che ritenermi soddisfatto sia poco, direi piuttosto più che soddisfatto e per una serie di motivi. Fare calcio quando ci si diverte e si è sereni è ancora più bello.

Si aspettava di essere a ridosso delle battistrada a questo punto della stagione?

Intanto voglio ribadire che, anche in virtù della mancanza di un campo da gioco e degli scarsi introiti pubblicitari abbiamo allestito un team con l’obbiettivo di praticare un buon calcio e di arrivare a toccare quanto prima la salvezza. Mi sembra quindi che ci siamo riusciti e ne siamo felici. Eravamo consapevoli di aver messo su una bella squadra affidandola ancora una volta ad un allenatore serio e preparato, ma se mi avessero detto che a questo punto della stagione mi sarei trovato in questa posizione, fianco a fianco con compagini costruite per vincere quali Cassino e Albalonga, avrei firmato subito…

Ma Presidente, come spiega questo rendimento molto alto?

Sicuramente Incitti, Fanelli, Infimo e non solo si sono dimostrati all’altezza degli altri big di Eccellenza. Poi con Melchionna abbiamo la possibilità di attuare un gioco bello e concreto, che andiamo ad imporre ovunque. Metteteci poi il fatto di poter contare quest’anno su uno spogliatoio unito, compatto con grandi ed under che sono amici, si stimano e si rispettano, calciatori pronti ad aiutarsi ed a mettersi in discussione, ragazzi seri ed educati. Questi tre fattori che ho evidenziato messi insieme costituiscono un mix niente male, no?

Come ha preso il risultato di Roccasecca?

Bene, venivamo da sei vittorie consecutive ma non si può sempre vincere. Abbiamo  lottato, abbiamo cercato i tre punti e per poco non ci siamo riusciti. Ai ragazzi non hanno certo difettato impegno e generosità. Quindi ci accontentiamo e andiamo avanti

Ritiene che il Gaeta possa dire la sua nella lotta ai primi due posti?

Queste sono quelle cose che non si possono prevedere, solo il tempo ce lo svelerà. Noi puntiamo solo a far bene, a continuare su questo cammino. I ragazzi ed il tecnico sanno di non avere pressione alcuna e questa è la cosa più bella. I nostri giocano con impegno e divertendosi, poi quello che verrà ci prenderemo. Dopo la salvezza che abbiamo raggiunto in anticipo, ogni punto in più è ben accetto.

La squadra Juniores Elite sta disputando un buon torneo

Sì, quest’anno è la prima volta per noi in questa prestigiosa categoria. Far parte del meglio a livello di settore giovanile ci riempie d’orgoglio. Siamo contenti di essere tra le prime sei, il che significa aver lavorato bene. Però anche qui, dietro c’è un bel lavoro d’equipe con il prezioso lavoro dei tecnici, la collaborazione dei dirigenti che seguono e accompagnano la squadra e la disponibilità ed i sacrifici dei ragazzi, alcuni dei quali si sono traferiti a Gaeta per potersi allenare tutti i giorni. E molti escono da scuola e riescono a stento ad arrivare di corsa al campo, spesso a Sperlonga per l’allenamento.

Si sa, non è un segreto come lei sia molto dispiaciuto per la questione-campo, ovvero l’impossibilità dei tifosi ad assistere alla gara.

Da sempre ritengo che la tifoseria sia una componente essenziale per una squadra e come tale merita rispetto ed attenzione. Per quanto riguarda il Riciniello spero che presto si possa parlare di inizio lavori, invece per l’apertura della tribuna di Sperlonga auspico un intervento di chi di dovere, che agisca con il cuore e favorisca presto la fruizione della gara ai tanti appassionati di Gaeta

Un Belalba dunque molto motivato?

Certo, aggiungeteci pure capace di non abbattersi nelle avversità ed in questo momento molto sereno.