BIANCOROSSI, TUTTO NEL SECONDO TEMPO QUANDO INIZIA LO SHOW 2 A 0 SULL’ ALATRI – RETI DI IGUADDOU E CANO

alatro

 

POL. GAETA- ALATRI 2-0

POL. GAETA: Fernandez, Ciotola, Silano, Pepe (13’ st Otero), Barrero (13’ st Iguaddou), Mirabet,Kabangu (13’ st Bello),Bosco, Quintana (30’ st Masiello), Cano, Popolla. A disp. Oliva, Coda, Ferrantino. All. Pepe

ALATRI: Mancini, Latini, Pirone, Galuppi (47’ st Bottini), Cipriani (25’ st Pignoli), Cestra, Fiacco, Pompili, Mastroianni (43’ st Del vescovo), Kawashima, simone. A disp. Pavia, ambrosetti, Sisto, Culicelli. All. ceci

Arbitro: Sign. Ercole di Latina (Ass. Di Mambro di Cassino – De Lorenzo di Latina)

Marcatori: 22’ st Iguaddou, 49’ st Cano su R (G)

Note: Espulso Pirone (A)  al 49’ st Ammoniti   Bello, Bosco, Fernandez (G), Latini, Cipriani, Cestra, Pompili (A).   Angoli: 6-5 per il Gaeta  1’ rec pt    4’ rec st

 

Il Gaeta si presenta quest’ oggi al Riciniello con una formazione diversa rispetto alle precedenti gare. I biancorossi sono costretti a rinunciare al  centrocampista Diallo e all’ attaccante Garcia squalificati. Inoltre uno dei perni del reparto centrale gaetano ovvero Otero è in diffida e così mister Pepe inizialmente opta per la panchina. Ad essi si aggiunge il funambolo Iguaddou, reduce da un infortunio ed ancora non al meglio, che non rientra quindi negli undici iniziali. La prima mezz’ ora di gara nonostante la buona volontà e la supremazia territoriale dei padroni di casa non fa registrare alcuna azione offensiva degna di nota. Gli ospiti, indipendentemente dalla classifica, confermano la valutazione di alcuni addetti ai lavori, cioè che trattasi di una compagine ben assemblata, valida anche sotto l’ aspetto tecnico e molto determinata. Al 29’ comunque ai biancorossi viene annullata una rete per fallo in attacco. Qualche minuto dopo, al 34’ altro gol non convalidato dal direttore di gara, questa volta per fuorigioco. Al 42’ arriva una pericolosa conclusione di Quintana con il pallone diretto nell’ angolino. E’ bravo Mancini a ribattere oltre il fondo. Replicano gli ospiti allo scadere con un insidioso colpo di testa sotto porta. La sfera termina a lato di poco. La prima frazione di gara dopo un minuto di recupero si conclude sullo 0 a 0. La ripresa inizia con una bella conclusione di Cano e Mancini è costretto a rifugiarsi  in angolo. Al 13’ ben tre cambi contemporanei per il Gaeta con Otero, Iguaddou e Bello che rilevano rispettivamente Pepe, Barrero e Kabangu. Al 18’ provvidenziale intervento a salvare di Fernandez. In campo comunque inizia la sinfonia gaetana. Iguaddou al 22’ raccoglie e capitalizza al meglio un preciso assist dalla destra di Cano. Gaeta in vantaggio.Due minuti dopo lo stesso Iguaddou calcia al volo ma la conclusione è centrale e non ha difficoltà a parare Mancini. Al 35’ dopo uno scambio con un compagno di squadra Cano tira e la sfera finisce fuori. Ora è tutto un altro Gaeta, diciamolo pure, il Gaeta che piace, che diverte. Al 38’ Cano servito da Bello si incunea in area e tira con il pallone fuori ma di poco. Spettacolo! Al 45’ Bello si divora un gol clamorosamente calciando fuori. 4’ i minuti di recupero. Al 48’ Bello in area di rigore calcia a botta sicura ma Pirone trasformandosi in portiere para a terra. E’ calcio di rigore e per il difensore ospite scatta il cartellino rosso. Sul dischetto va Cano che non fallisce. Due a zero per il Gaeta che al 49’ chiude la pratica Alatri. Applausi finali per i biancorossi che continuano a vincere e a volare in campionato e in coppa.