Brutta sconfitta interna con l’Arce (0-2)

Gaeta-Arce

Pol. Gaeta-Arce 0-2

 Polisportiva Gaeta: Ruocco, Ciotola, Zappalà, Castiglione (10’ st Matrullo),Cantarale, Iannelli (29’ st Forcina), D’Ambrosio, Simone, Reppucci, Perillo (23’ st Monetti),Ottobre. A disp. Razza, Marciano, Popolla, Ascione.

Arce: Del Duca, Lembo, Grillotti, Pescosolido, Zazza, De Angelis, Arduini, Lillo, Spila (10’ st Ambrifi),Iacob. Veloccia (40’ st De Santis D.).A disp. De Santis M.,Corsetti, Tomassi, Tretola, Cipriani.

Arbitro: Sig. Funari di Roma 1(Ass. Angileri e Cabanel Mounga Ngwate di Aprilia)

 Marcatori: 4’ st Iacob, 10’ st Lembo (A)

Note: Espulso Ciotola (G). Ammoniti Reppucci, Iannelli (G),Iacob, Veloccia, De Santis D. (A). Angoli 4-4.  Rec. Pt 1’ rec. St 3’

Note: Espulsi Mazza, Pepe, Raiola (G). Ammoniti Simone, Iannelli, Reppucci (G), Poltronetti, Nardi, Trippa, Trincia ( C ). Angoli 4-2 per il Cedial Lido dei Pini. Rec. Pt 3’ Rec. St 5’

 

Fin dai primi minuti di gara appare evidente l’atteggiamento delle due squadre, ovvero quello di affrontare l’avversario a viso aperto per portare a casa l’intera posta in palio. I tecnici delle due compagini, entrambi squalificati, siedono in tribuna. Abbastanza rimaneggiato il Gaeta costretto oggi a fare a meno di Pepe, Mazza e Raiola fuori per squalifica oltre a Figliomeni e Caso infortunati. Formazione quindi con sette under e altri sei in panchina. Al 2’ Spila si trova nella favorevolissima situazione di battere a rete indisturbato a due passi dalla porta ma Ruocco riesce a respingere in angolo. Due minuti dopo Lembo è protagonista di una grande conclusione dalla distanza con la sfera che sfiora la traversa. Al 10’ altro tiro assai pericoloso degli ospiti con Ruocco che ancora si rifugia in angolo. Ciociari pimpanti in avvio, pronti a sfruttare il forte vento a favore. Il Gaeta comincia a farsi sentire e al 13’ va vicinissimo al gol con una spettacolare staffilata dalla distanza di Ottobre con il pallone che finisce di poco alto oltre la traversa. Al 26’ intervento in due tempi di Ruocco non particolarmente difficile. Al 31’ altra ghiotta occasione per il Gaeta con Reppucci che sottoporta indirizza verso l’angolino ma Del Duca tocca in angolo, anche se il direttore di gara non ravvisa la deviazione dell’estremo difensore ospite. La prima frazione di gioco dopo un minuto di recupero si chiude con il punteggio bloccato sullo 0 a 0. Ad inizio ripresa al 4’ Iacob avanza verso la porta avversaria senza che nessuno lo contrasti e poi lascia partire un tiro che sorprende Ruocco. Il portiere biancorosso è scavalcato dal pallone e con la mano tocca la sfera che finisce in rete. Un minuto dopo Ottobre si libera magistralmente in area di rigore e poi calcia verso la porta ma arriva provvidenziale il salvataggio degli ospiti.  Che occasione! A volte piove sul bagnato e così la squadra di Melchionna è costretta a sostituire Castiglione che accusa qualche problema. In campo va Matrullo. In pochi minuti dal possibile pareggio si passa al raddoppio dei ciociari. Al 10’ Lembo con una certa facilità raccoglie un assist dal fondo, dalla sinistra e scaraventa in rete. Al 16’il Gaeta ha la possibilità per riaprire la gara con Reppucci. Il centravanti arriva in solitudine davanti alla porta avversaria ma poi non coglie l’attimo non riuscendo a colpire il pallone, che finisce sul fondo. Sfuma un gol che come si suol dire sembrava fatto. Sicuramente un brutto segnale. Due minuti dopo Ciotola colpisce un avversario per cui scatta il rosso. Gaeta in dieci nei restanti ventisette minuti. Al 36’ insidiosa conclusione degli ospiti sporcata da una deviazione e pallone che sfiora il palo. Nonostante la generosità il Gaeta non riesce a pungere, anche se ai biancorossi viene annullata una rete poiché secondo il direttore di gara l’autore del gol Forcina avrebbe commesso fallo sul portiere. Tre i minuti di recupero concessi dall’arbitro. E al 47’ Iacob calcia a botta sicura davanti alla porta ma è ottimo e tempestivo l’intervento di Matrullo che salva sulla linea. Il match si conclude dunque con il classico punteggio all’inglese a favore dell’Arce.