Che peccato! Gaeta punito al 90’ (3-2) dopo una grande gara in casa della vice capolista Anzio. Si fa male Rizza

Anzio-Gaeta

Anzio-Pol. Gaeta 3-2

Anzio: Rizzari, Lauro, D’Amato, Bispuri (16’ st di Pietro), Burini, Pucino, Fatati ((32’ st Riitano), Guida, Loria, Capolei (5’ st Dell’Accio). A disp. Cardinale, Piccheri, Federico, Ussia.  All. Catanzani

Pol. Gaeta: Ruocco, D’Ambrosio, Zappalà, Castiglione, Matrullo, Rizza (24’ st Forcina), Ciotola (1’ st Perillo), Raiola, Reppucci, Pepe, Ottobre (18’ st Mazza). A disp. Schiano, Marciano, Trani, Monetti.   All. Melchionna

Arbitro: Sig. Ponzio di Moliterno (Ass. Di Maola di cassino-Ticani di Roma 2)

Marcatori:6’ pt Raiola (G), 23’ pt Loria (A), 21’ st Barile (A), 25’ st Castiglione (G), 45’ st Dell’Accio (A)

Note: Ammoniti Burini, Capolei, Rizzaro (A), Rizza, Raiola (G). Angoli 4-2 per l’Anzio. 2’ rec pt 6’ rec. st

Anzio e Gaeta, motivate da obiettivi di classifica diversi, si affrontano al Bruschini in una calda mattinata primaverile. Buono l’avvio di gara delle due squadre. Al 6’ però l’equilibrioregnante è interrotto dalla improvvisa e splendida marcatura di Raiola. Slalom in area a tagliare gli avversari e pallone indirizzato in rete proprio dove il portiere non può arrivare. Reagisce l’Anzio e al 23’ Ruocco deve superarsi per evitare che il pallone finisse sotto la traversa. Ma tre minuti dopo Lorìa è bravo a sfruttare un’ imbucata e a a scaraventare con una certa facilità in rete la sfera. Nell’occasione la retroguardia ospite, fino ad allora attenta, si è fatta sorprendere. Al 28’ Ottobre viene fermato proprio al momento di involarsi vero la porta avversaria. E cinque minuti dopo un efficace assiste mette ancora Ottobre nelle condizioni di dirigersii verso l’area di rigore ma su di lui c’è un recupero. Pallone in angolo. Nell’ultimo quarto d’ora l’Anzio evidenzia una spinta maggiore rispetto agli ospiti, che tuttavia ben disposti e concentrati non vanno in sofferenza e sono capace di rendersi pericolosi. La prima frazione di gara dopo due minuti di recupero si conclude sul risultato di 1 a 1. L’avvio di ripresa è subito vivace. Al 10’ Bispuri servito da un assist partito dalla sinistra colpisce male proprio sottoporta. Che pericolo per i biancorossi di Melchionna! Al 14’ conclusione pericolosa di Lorìa, Ruocco si rifugia in angolo. L’Anzio ora è costantemente in avanti. Al 18’ pericolosa uscita a vuoto di Ruocco con Pucino che colpisce di testa. La sfera termina fuori. Al 21’ i padroni di casa riescono a portarsi in vantaggio. A seguito di un’azione offensiva degli avversari, una maldestra respinta di Ruocco consente al pallone di arrivare sui piedi di Barile che non perdona. Si fa male Rizza, vero e proprio pilastro della retroguardia gaetana. Il biancorosso è costretto ad uscire e l’auspicio è che non si tratti di nulla di grave. Sarebbe l’ennessima tegola in una stagione davvero sfortunata per la squadra del golfo. Al 25’ punizione dalla sinistra battuta da Mazza e batti e ribatti sottoporta. Prima avviene un salvataggio sulla linea da parte di un difensore e poi è lesto Castiglione a metterla dentro. Siamo sul 2 a 2. Al 30’ un tiro insidioso di Lauri termina fuori. Un minuto dopo risponde il Gaeta con Perillo ma anche in questo caso la sfera termina fuori. La partita ora è aperta a qualsiasi risultato, continui sono i capovolgimenti di fronte. Molto buona oggi la prova del Gaeta, tanto che in campo non traspare alcuna differenza tecnica con la formazione che sta inseguendo la capolista Ciampino. Al 36’ Guida non aggancia bene proprio sottoporta. Brivido per il Gaeta. Al 42’ Mazza parte da solo verso la porta ma in posizione defilata, intervento risolutivo in angolo di un difensore.  Al 45’ Loria salta un paio di avversari, poi entra in area e continua lo slalom, il pallone c arriva a Dell’Accio che sottoporta segna. Sconforto nelle fila gaetane per un gol arrivato all’ultimo minuto regolamentare e che si sarebbe potuto evitare, magari fermando, anche fallosamente fuori area Lorìa. Sei i minuti di recupero. Il risultato però non si schioda ed il match dunque si conclude con la vittoria di misura, per 3 a 2 dei padroni di casa. Grande il rammarico per il Gaeta, che oggi avrebbe ampiamente meritato il pareggio su un campo ostico. Contemporaneamente c’è la convinzione che la squadra vista oggi può ancora dire molto in chiave salvezza da qui al termine della stagione.