COPPA ITALIA, IL GAETA BATTE NETTAMENTE IL MINTURNO (3 a 1) E PASSA IL TURNO. ANNULLATO UN GRANDE GOL DI INFIMO

Gaeta-Minturno

POL. GAETA – CITTA’ DI MINTURNOMARINA 3-1 Gaeta: Raso, Bernisi, Marciano, Vitale G. (28’ st Fanelli), Sebastianelli, Bellucci, Guadagnuolo, Vitale E. (37’ st Esposito), Petronzio (18’ st Longobardi), Marzullo, Infimo. A disp. Testa, Lubrano, Perillo, Zappalà. All. Melchionna

Città di Minturnomarina: Cenerelli D., Conte M., Bacioterracino (18’ st Lucignano), Castiglione, Sica, Montana, Conte A., Signore, Pernice (20’ st Venerelli), Tomassi, Scippa (1’ st Gatti). A disp. Mancini, Fusciello, Picascia, Martino. All. Pernice

Arbitro: Di Francesco di Roma 1 (ass. Caputo e Madeddu di Latina)

Marcatori: 28’pt Petronzio, 6’st Bernisi, 23’ Infimo (G), 32’st Venerelli (CDM)

Note: spettatori un centinaio circa. Ammoniti: Petronzio (G), Pernice (CDM). Angoli 3-2 per il Gaeta. 0’ rec. pt 4’ rec. st

Il Gaeta batte nettamente il Minturno a Monte San Biagio e si qualifica per il turno successivo di Coppa Italia. La formazione di Melchionna fin dall’avvio appare decisa a conquistare l’intera posta in palio cercando di chiudere la pratica già nella prima frazione di gioco. E difatti sono i biancorossi a fare la gara con i minturnesi ben disposti in campo e carichi agonisticamente. Al 18’ arriva la prima minaccia per Cenerelli con un tiro rasoterra dalla distanza di Petronzio,conclusione  forte ma centrale. Para l’estremo difensore ospite. Al 28’ lo stesso Petronzio dopo una bella azione in velocità della sua squadra raccoglie un pallone in area servito da Infimo e batte a rete. E’ il gol del vantaggio per la squadra di casa. Al 34’ ci prova ancora Marzullo con Cenerelli che si distende a terra e para. Il Gaeta è costantemente proteso in avanti alla ricerca del raddoppio. Allo scadere, al 42’ Cenerelli blocca a terra neutralizzando una pericolosa iniziativa di Bernisi involatosi in ripartenza lungo la fascia. Il primo tempo si conclude con il Gaeta in vantaggio per 1 a 0, un risultato che la avvicina alla qualificazione. La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo. Al 5’ ottimo Guadagnuolo per la testa di Petronzio, salva Cenerelli. Sul prosieguo dell’azione è bravo Infimo a servire al centro, con l’accorrente Bernisi che non perdona. E’ la rete del 2 a 0. Il Gaeta fa il bello e il cattivo tempo. Al 19’ efficace scambio Longobardi-Infimo con quest’ultimo che non arriva per un soffio a battere a rete. Un minuto dopo allo stesso Infimo è annullato dal direttore di gara un gran bel gol, un rasoterra dalla distanza, una di quelle reti che da sole valgono il costo del biglietto. Ma l’attaccante gaetano non si scompone, vuole mettere la firma sul risultato. E ci riesce al 23’. Servito da Longobardi, nonostante la presenza di alcuni avversari a contrastarlo, si allarga fino a liberarsi per il tiro che poi trafigge Cenerelli. 3 a 0 e gara in archivio. I biancorossi però continuano ad attaccare. Tuttavia al 32’ i gaetani si lasciano soprendere. Con un rapido capovolgimento di fronte i minturnesi dopo aver superato alcuni avversari servono sottorete Venerelli che insacca. Da quel momento gli ospiti galvanizzati dalla rete realizzata cercano con insistenza di portarsi in avanti ma le varie iniziative vengono ben controllate dalla squadra di Melchionna. Il match dopo quattro minuti di recupero assegnati dal direttore di gara si conclude sul 3 a 1 per i gaetani che hanno dominato la gara ed estromettono la formazione di Pernice dalla Coppa.