DG FRAGASSO E POI TECNICO MELCHIONNA, LUNGO DISCORSO AI GIOCATORI PRIMA DELLA SEDUTA DI ALLENAMENTO: ANCORA FIDUCIA AL GRUPPO, RITIRO FINO A DOMENICA E SILENZIO STAMPA.

discorso alla squadra 2

Oggi prima della prevista seduta di allenamento pomeridiano sul campo di Sperlonga, il Direttore Generale Antonio Fragasso, sentita la Società ha tenuto un duro significativo discorso alla squadra. Presenti l’intero staff tecnico ed anche il presidente Belalba. Ai calciatori biancorossi Fragasso ha ribadito in maniera chiara l’insoddisfazione di tutto l’ambiente per i risultati sinora conseguiti dalla squadra, ampiamente al di sotto delle aspettative. Soprattutto per una rosa di calciatori da cui è lecito aspettarsi di più.  E ciò tenendo conto dei sacrifici che la famiglia titolare della Società, specie in un momento di crisi generale, sta sostenendo per non far mancare nulla alla squadra, dai rimborsi spese, al vitto, all’alloggio. Il d.g.ha comunicato che non verranno assunti provvedimenti tecnici drastici, tipo il taglio di alcuni elementi (pazienza per il mancato scoop di qualche Sito), proprio perché convinti della bontà del gruppo a disposizione di mister Melchionna e della voglia di riscatto dei ragazzi. Una risposta in tal senso dovrà venire proprio già da domenica, in occasione del delicato match con la capolista Lupa Castelli. E proprio in previsione dell’impegnativo incontro di domenica, quindi per una maggiore concentrazione e dedizione, a partire da domani mercoledì i calciatori biancorossi, escluso gli studenti, resteranno in ritiro a Gaeta fino a domenica. Programmate due sedute giornaliere di allenamento, una mattutina ed una pomeridiana.  E sempre per cercare di ritrovare stimoli, concentrazione e soprattutto la giusta serenità alla vigilia di una gara che può valere tantissimo. calciatori e staff tecnico da questo momento e fino a nuove comunicazioni  sono in silenzio stampa. Poi dopo il discorso di Fragasso,le parole del tecnico Melchionna, che ha ricordato l’amarezza, la rabbia, la delusione per la prova opaca della squadra, che domenica al termine della gara lo avevano portato, con sensibilità e professionalità, a mettere in discussione se stesso davanti alla Società. L’allenatore ha spiegato di aver comunque manifestato alla Società la volontà di proseguire con il gruppo a disposizione, senza stravolgimenti, a patto che si dia finalmente dimostrazione di essere squadra vera, animata da spirito combattivo, orgoglio e attaccamento alla maglia.

POL. GAETA – La Società