DOPO 14 VITTORIE CONSECUTIVE PRIMA BATTUTA D’ARRESTO PER LA JUNIORES BIANCOROSSA AD APRILIA /LE FOTO DI LEONARDO D’ANGELO

junioressssss

CITTA’ DI APRILIA – POL.GAETA 2-0POL. GAETA: Egizzo, Iorio, Colozzi, Pellino, Galeno, Fortunato, Vaudo, Popolla, Di Luca (48′ st Lauretti), Mazza (17′ st  Sorgente), Armenio (48′ st Andolfi).    All. Visciglia

CITTA’ DI APRILIA: Cirelli, Bassani (Briglia), Chiapponi, Truocchio, Mastrogiovanni, Buonsanti, De Falco, Coppola (16′ st Cecchetto), Caldarone, Vernillo, Casentini. A disp. Novello, Rizzo, Monti    All. Furini

Arbitro: Sig. Battisti di Latina

Marcatori: 35′ st Caldarone, 44′ st Cecchetto

Espulsi: Egizzo, Pellino. Ammoniti: Mastrogiovanni, Vernillo, Casentini (CdA), Iorio, Galeno, Vaudo, Armenio. Angoli 3-2 per il Gaeta.

Dopo la bellezza di 14 giornate di campionato scandite da altrettante vittorie, per la capolista Gaeta è arrivata una battuta d’arresto al “Toscanini” ad opera del “Città di Aprilia”. Una squadra quest’ultima non certo trascendentale ma a cui va ascritto il merito di averci creduto e soprattutto di aver approfittato delle opportunità capitategli. Una formazione gaetana invece  apparsa oggi anche stanca dopo il recupero di mercoledì a Sermoneta e che , fermo restando la bontà dell’undici schierato da mister Visciglia,non ha potuto contare per vari motivi su alcuni protagonisti delle ultime gare quali Ottobre, Avella, Perito, Monaco, Cardi. Quindi scelte obbligate per l’allenatore gaetano e panchina ridotta all’osso. Dopo un iniziale predominio dei padroni di casa comunque i biancorossi prendono le misure all’avversario cercando di rendersi pericolosi. Al 18′ su cross di Vaudo Di Luca colpisce molto bene di testa il pallone ma Cirelli è bravo a respingere in angolo. Un minuto dopo il direttore non ravvisa  un fuorigioco di partenza consendo a Caldarone di andare a colpire di testa ma Egizzo sventa magistralmente la minaccia rifugiandosi in angolo. Al 22′ bel tiro di Armenio ma para Cirelli. Il primo tempo, giocato sempre a buon ritmo non offre però altri spunti degni di interesse. Ad inizio ripresa, esattamente al 5′ ghiotta occasione per il Gaeta ma Vaudo in piena area di rigore calcia alto. Il secondo tempo sulla falsariga del primo è giocato con intensità dalle due squadre. Al 29′ pericolo per la porta gaetana, con una conclusione di Caldarone che calcia alto. Al 35′ i padroni di casa si portano in vantaggio approfittando di un passaggio sbagliato dei biancorossi e dando vita ad una ripartenza micidiale. E’ Caldaroni a battere a rete. Al 38′ Pellino, già precedente mente ammonito si becca con un avversario. Per entrambi l’arbitro tira fuori il cartellino giallo, che diventa rosso per il n.4 del Gaeta. Gli ospiti potrebbero pareggiare al 40′ ma il tiro di Fortunato a pochi passi dalla porta avversaria viene deviato in angolo.Al 44′ il Città di Aprilia fa calalare il sipario sull’incontro con  un pallonetto di Cecchetto, che ha rilevato  Coppola. Successivamente avviene qualche episodio legato al nervosismo e così l’arbitro espelle il portiere gaetano Egizzo. In pratica la gara finisce lì. Il Gaeta esce sconfitto ma ci può stare. L’importante è far tesoro di alcuni errori e riprendere subito il cammino interrotto.

Filippo De Cara

FOTO LEONARDO D’ANGELO