ECCO IL COLLEFERRO

petrelli

Il Colleferro avversario dei biancorossi domenica Al Perrone di Formia occupa attualmente la seconda posizione in classifica appaiato all’Albalonga a 55 punti. Per la squadra rossonera su 27 gare disputate, 17 sono state le vittorie, 4 i pareggi e 6 le sconfitte. 51 sono le reti finora messe a segno che le valgono il secondo miglior attacco, 26 quelle subite ovvero terza migliore retroguardia. Dopo una brillante cavalcata (seguita alla sconfitta in casa della Lupa Castelli il primo dicembre) con la bellezza di ben nove successi consecutivi  quella che sembrava una macchina perfetta si è inceppata. E’ arrivata la pesante sconfitta di Boville seguita dal pareggio in casa del Pomezia. Quindi un paio di successi, col Cecchina ed in casa con il Podgora. Poi l’inattesa sconfitta a Semprevisa. In questo mese così si è avuto l’esonero di colui che veniva definito il sir Ferguson di Colleferro, un personaggio carismatico, mister Baiocco. La società non ha perdonato al tecnico l’altalenante andamento della squadra, oltre che la brutta sconfitta subita nel derby contro la Semprevisa.  A metà febbraio il Colleferro si era portato  a 7 punti dalla Lupa Castelli Romani, e ‘l’Albalonga, era a  - 9 . Dopo la sconfitta di Semprevisa la Lupa Castelli ha allungato a  +15  e l’Albalonga è dietro al Colleferro  a un solo punto .A cercare di riportare sul giusto binario la squadra cara al presidente  Talone e ai copresidenti Bucci, l’esperto Pino Petrelli,   (nella foto)  ex Celano e Civitavecchia (solo per citare le ultime delle tante squadre allenate dal tecnico di Ostia). Ma domenica è arrivata un’altra sconfitta,questa volta casalinga con l’Artena. E così l’Albalonga, che ha pareggiato tra le mura amiche con il Gaeta, ha raggiunto al secondo posto la squadra rossonera. Un ambiente non proprio sereno, quello del Colleferro, visto anche l’abbandono di questa settimana, con tanto di comunicato stampa dell’attaccante romano Pedrocchi uno dei punti di forza. All’andata tra la squadra allenata allora da mister Baiocco  e il Gaeta finì con la sconfitta dei biancorossi per 4-1. A dicembre nel Colleferro ci sono stati dei cambiamenti abbastanza rilevanti in organico. Si sono trasferiti al Boville il difensore centrale Daniele Lisi, il centrocampista Luca Galuppi e il giovane classe 1995 Vittorio Ferri. Poi in entrata tre colpi importanti. E’ stato ingaggiato  Marco Sfanò, uno dei protagonisti del triplete del Futbolclub della passata stagione arrivato dopo la trattativa saltata con Mancini della Lupa Castelli. Si tratta di un giocatore  duttile, bravo in marcatura ed in grado di fornire un notevole apporto anche in zona gol .E poi l’arrivo di due ex biancorossi il centravanti Morelli, ex Artena, lo scorso anno al Terracina ed il centrocampista Iozzi prelevato dal Boville. Quest’ultimo però domenica sarà assente per squalifica.

.