EVVIVA !!! PRIMA VITTORIA, TORNIAMO CON GIOIA DA ANITRELLA

anitrella-gaeta2

Anitrella-Gaeta 1-2

Anitrella: Germanelli; Moscara; Sardelliti; Gemmiti; Di Girolamo( 26° st Di Pastena); Cianfarani; Marzocchella; Sperduti; Mastrojanni; Tovalieri; Velardo. A disp.: Campagna; Montemitoli; Di Stefano; Pelle; Caldaroni I.; Abbondanza;   All. Rocco Caldaroni (squalificato)

Gaeta: Capodici; Di Emma; Romeo (11° st. Elitro); Bosco; Calabrese; Fortunato; Mantoan; Leccese; Emma (38° st Bruno); Armenio(16° st.Colozzi); Nunziata. A disp.: Maffeo; Arena;Sandu; Monaco.   All. Felice Melchionna

Arbitro: Sig. Greco di Roma 1 (ass. Sig. Civitenga di Roma 2 e Affronti di Ostia Lido

Marcatori: 18° Nunziata (G),20°Marzocchella (A), 67° Mantoan (G)

Ammoniti: Moscara e Sardelliti (A), Capodici e Di Emma (G)

Note: Giornata che definire calda è eufemismo, spettatori circa 150, con buona rappresentanza gaetana. Angoli 4-3 per il Gaeta

 

Alla fine è la gioia a prevalere in casa gaetana. Nessuno alla vigilia aveva pensato di andare ad Anitrella a fare una passeggiata, nonostante le pessime condizioni di classifica dei nero-verdi, ultimi con ben tre sconfitte sul groppone. Melchionna, che sa il fatto suo, aveva ampiamente ammonito i suoi:guai a prendere sottogamba questa trasferta ma un unico imperativo, massima concentrazione. Il tecnico calabrese, che in caso di difficoltà non si fascia la testa(il riferimento è alla totale assenza di punte disponibili), voleva assolutamente portar via i tre punti e per questo ha adottato degli efficaci accorgimenti tattici spostando in avanti Armenio e Nunziata. I padroni di casa, il cui tecnico Caldaroni  per squalifica ha seguito la gara fuori dal recinto di gioco, presentavano in attacco il nuovo arrivato Tovalieri, figlio d’arte, giunto proprio nelle ultime ore della sessione di mercato. L’incontro non offre grandi spunti di bel gioco, anzi diciamolo pure, la tecnica è va a farsi benedire. Ciò lo si deve in gran parte al terreno di gioco,in terra e in pessime condizioni, un campo forse più adatto ad incontri di calcio amatoriale. E’ squallido che vi si disputi una partita di Eccellenza. E più di uno in tribuna si chiedeva: “Visti questi campi, come si fa a riscontrare problemi al Riciniello, asserendo che non è omologabile?”. Come dargli torto? Ad ogni modo le due squadre si affrontano f con gran temperamento ed agonismo, nonostante il caldo a dir poco bestiale, che ha stretto in una morsa il Liri. Nessuna supremazia territoriale. Al 18° però ci pensa ancora lui a sfornare un altro capolavoro. Sì, Genny Nunziata che da fuori area si inventa un pallonetto che brucia Germanelli. Che colpa vuoi attribuire ad un estremo difensore in simili occasioni? Peccato però che dopo appena due minuti arrivi il pareggio di Marzocchella, lesto ad approfittare di una palla rimasta lì, ferma a pochi passi dalla porta. Al 30°Mastrojanni, buona la sua prova in tandem col bravo e vivace Tovalieri, si fa  parare un tiro dall’ottimo Capodici, in pratica un gol che sembrava già fatto. Non succede più nulla e le squadre vanno al riposo sul risultato di uno a uno. In avvio di ripresa Melchionna inserisce Elitro, anche lui in non perfette condizioni fisiche, al posto di Romeo. Al 12° bello spunto di Armenio con tiro parato dal portiere su ottima apertura di Nunziata, che oggi ha corso molto e si è sacrificato. Su rovesciamento di fronte gran tiro di Tovalieri  con parata in angolo di Capodici. Il Gaeta comunque c’è e ci mette impegno nonostante non riesca a produrre il solito gioco. E al 22° arriva un’altra perla. Natalino Mantoan decide che è arrivato il momento di provarci ed allora dal limite dell’area di rigore avversaria fa partire un gran tiro che sorprende Germanelli. C’è poco da fare, quest’anno quando il Gaeta segna, son tutti gol spettacolari. Fioccano gli applausi per il giovane esterno. L’Anitrella però non si abbatte, è una squadra che, al di là della classifica, sa il fatto suo, annoverando una serie di validi elementi. Gemmiti al 29° cerca di sorprendere il portiere biancorosso, che  vola all’incrocio e spedisce in angolo. Al 40° altra iniziativa di Nunziata che calcia fuori di poco. Al 42° Marzocchella dopo una serie di rimpalli segna ma l’arbitro è bravo ad annullare per fuorigioco. Niente più sussulti e dopo tre minuti di recupero il direttore di gara decreta la fine delle ostilità. Per i biancorossi è festa grande. Si gioisce in campo e sugli spalti dove sono presenti anche gli ultras. Lo si sapeva che non sarebbe stato facile, a nostro avviso non saranno tante le squadre che riusciranno a spuntarla al Liri. Tutto bene dunque per i biancorossi che ora guardano al prosieguo del campionato con maggiore serenità.

 
Filippo De Cara  www.polisportivagaeta1931.it