Gaeta raggiunto al 93’. Dopo una gara accorta e ben gestita in extremis ecco la frittata

Arce-Gaeta

 

Arce-Pol. Gaeta 1-1

 Arce:Pocino, Spaho, Massaro, Tomassi, Zazza, Padovani, Lembo, Lillo, Ambrifi (15’ st Corsetti), Grillotti (41’ st Di Pastena), De Santis (36’ st Cipriani). A disp. Del Duca, De Angelis, Papa, Pescosolido). All. Mizzoni

 Pol. Gaeta: Raso, Lubrano, Zappalà, Cerro (11’ st Vitale G.), Terracciano, Sebastianelli, Guadagnuolo, Fanelli (32’ st Bernisi), Longobardi, Marzullo (44’st Infimo). A disp. Testa, Bellucci, Vitale E., Marciano. All. Melchionna

 Arbitro: Sig. Spinetti di Albano Laziale (Ass. Sigg. Saccone di Albano Laziale e De Lorenzo di Latina)

 Marcatori: 18’ st Longobardi (G), 48’ Corsetti su R (A)

 Note: Spettatori una sessantina circa. Ammoniti Corsetti (A), Raso, Lubrano, Sebastianelli, Marzullo (G). Angoli 6-2 per l’Arce.  Rec. pt 0’  rec. st 5’

                                                                                                                

 Il match tra Arce e Gaeta fin dall’avvio è giocato con determinazione ed agonismo da entrambe le squadre. L’undici biancorosso è privo di uno dei suoi perni, ovvero Gennaro Vitale, oggi in panchina e tale mancanza la si avverte molto. Tra l’altro su un campo particolare, in sabbione il Gaeta ha sicuramente difficoltà ad applicare le solite geometrie. I padroni di casa giocano con intensità. Il match tuttavia è privo di sussulti. Un acuto arriva al 31’ con Tomassi il cui tiro termina di poco a lato. La prima frazione di gioco scivola via fino al quarantacinquesimo, con il risultato bloccato sullo 0 a 0. Ad inizio ripresa, al 6’ una conclusione di Guadagnuolo lambisce la traversa. All’11’ Melchionna spedisce in campo Vitale, non in perfette condizioni fisiche, che va a rilevare Cerro. Al 18’ Marzullo dalla sinistra mette al centro splendidamente un ottimo pallone per la testa di Longobardi che prontamente insacca. Gaeta in vantaggio per 1 a 0. Al 23’ arriva una bella opportunità per l’Arce ma Padovani da pochi passi calcia fuori. La presenza in campo di Vitale offre una marcia in più al Gaeta, con un’altra qualità e sicuramente manovre più incisive. La formazione di Mizzoni cerca di portare insidie alla porta gaetana ma gli ospiti controllano con ordine e senza affanni. Al 39’ i biancorossi sfiorano il pareggio. Vitale su calcio piazzato indirizza la sfera nell’angolino ma un ottimo intervento di Pocino che respinge gli nega la gioia del gol. Gli ultimi minuti del match sono gestiti molto bene dai gaetani. Cinque i minuti di recupero assegnati dall’arbitro. Al 46’ viene servito a Corsetti un pallone in area avversaria ma in zona defilata rispetto alla porta. Raso gli va dietro ma anziché limitarsi a controllare commette incredibilmente fallo sullo stesso attaccante ciociaro. Calcio di rigore ineccepibile decretato dal direttore di gara. Per il Gaeta è la classica frittata proprio in extremis. Siamo al 48’, batte Corsetti e segna. 1 a 1, risultato che poi diventa finale. A fine gara chiara la soddisfazione dell’Arce che è riuscita ad acciuffare per i capelli un risultato altrimenti  difficile da recuperare. Per i gaetani invece delusione e rammarico per tre punti quasi in carniere e sfumati per una ingenuità.