GAETA, SCONFITTA DI MISURA CON L’ UNIPOMEZIA DOPO UN AVVIO PROMETTENTE

un' azione pericolosa del Gaeta in area ospite

 

UNIPOMEZIA – POL. GAETA 1-0

Unipomezia (4-3-3): Santi, De Santis, Manzelli, Cerro (23’ st Cappabianca), Casciotti, Draghici, Morici, Empoli, Barbarisi (42’ st Monteforte), Valle (42’ st Carlino), Lupi. A disp. Scalibastri, Brachini, D’ Ausilio, Velardita   Allenatore Catanzani

Polisportiva Gaeta (4-3-3): Camara, Forcina, Zappalà, Salese, Di Grezia (12’ st Kabangu), Giudice, Compierchio (20’ st Kouadio), Bosco, Cirelli, Pepe (31’ st Saani), Raiola. A disp. Russo, Zaccaria, Pellicciotta, Pize    All. Mollo

Arbitro: Sig. Morello di Tivoli (assistenti Tomello di Latina e Ferrentino di Ostia Lido)

Marcatori: 34’ Lupi (U)

Note: Ammoniti Morici, Empoli, Casciotti (U), Kabangu, Pepe, Raiola (G). Angoli 3-3. 1’ rec pt 6’ rec st

 

L’ approccio alla gara del Gaeta, oggi privo per squalifica  del suo tecnico in panchina, sembra essere quello giusto. I biancorossi risultano senza dubbio più propositivi rispetto agli avversari e si propongono costantemente in avanti.Al 12’ gli ospiti hanno già una prima ottima opportunità per portarsi in vantaggio ma la conclusione di Compierchio è fermata dal portiere Santi. Quindi al 17’ sempre lo stesso Compierchio potrebbe indirizzare positivamente la gara, invece la sua conclusione termina nelle mani dell’ estremo difensore di casa. Spreca dunque il Gaeta nel primo quarto d’ora di una gara che non sembra ostica. Bisogna attendere il 33’ per assistere ad un tiro di una certa pericolosità della squadra di Catanzani, quando Cerro impensierisce Camara che respinge in angolo. Un minuto dopo Lupi entra in area e con la sua abilità salta alcuni biancorossi, quindi lascia partire un preciso tiro che supera Camara. Reagisce il Gaeta prontamente ma Pepe per pochissimo non arriva alla deviazione vincente. La cronaca del primo tempo per quanto riguarda le azioni di una certa pericolosità si esaurisce qui. L’ Unipomezia una volta in vantaggio ha cominciato a giocar bene, con fraseggi riusciti. Il Gaeta subìto il gol è parso appannato, incapace di tentare con caparbietà di ribaltare il risultato.  Uno solo il minuto assegnato dal Sig. Morello di Tivoli. Si va negli spogliatoi con l’Unipomezia in vantaggio di misura. Ad inizio di ripresa partenza sprint della squadra di casa che con un tiro di Barbarisi spedisce la palla non di molto oltre la traversa. La replica ospite è affidata a Compierchio che, anziché provare la conclusione, causa un dribbling di troppo si fa togliere la sfera dai piedi. Al 22’ Camara è ottimo su un tiro ravvicinato di Lupi. Su capovolgimento di fronte la conclusione di Raiola è deviata da Santi. Per i gaetani tutto si esaurisce qui, con questo tentativo, troppo poco per una squadra chiamata a cercare il pareggio. Il quadro è quello di una prova incolore, soprattutto nei secondi quarantacinque minuti, quando sembra di assistere ad un film già visto, con una formazione a cui difettano carattere e determinazione. Sei i minuti di recupero ma non accade nulla. Vince l’Unipomezia, per il Gaeta una nuova battuta d’ arresto contro un’altra compagine sicuramente alla portata.