GIORNATA NO DEL GAETA. PRESTAZIONE SOTTOTONO NELLA RIPRESA E SCONFITTA INTERNA PER 3-1 AD OPERA DEL SERPENTARA

Gaeta-Serpentara

 

POL. GAETA-SERPENTARA 1-3


Pol. Gaeta: Venditti, Del Brocco, Orsinetti, Incitti, Di Emma, Amitrano, Mazza (20’ st Di Luca), Leccese Sam. (15’ st Spila), Mariniello, Fanelli, Infimo (32’ st Di Tullio). A disp. Fiorini, Colozzi, Noce, Leccese Sim.   All. Melchionna

 Serpentara: Petrucci, Mattei (37’ st Carpentieri), De Santis, Rubino, Casciotti, Scotto Di Clemente,Dominici, Larosa,Petrangeli (25’ st Rocchi), Barile, Spaziani. A disp. Generoso, Taglietti, D’Angiò, Di Fazio, Maione   All. Lucidi

 Arbitro: Sig. Salvo Rossi di Pinerolo (Ass. De Carolis di Ciampino e D’Ilario di Roma 1)

Marcatori: 13’ pt Mazza (G), 35’ pt Barile (S), 34’ st Casciotti (S), 47’ st Barile (S)

 Note: gara a porte chiuso. Osservato un minuto di riflessione per la campagna antiviolenza promossa dal Crlazio Lnd. Espulso Fanelli (G) per doppia ammonizione. Ammoniti Amitrano, Mazza, Infimo (G), Dominici, Larosa (S). Angoli 8-1 per il Serpentara      rec. st 4’

 

Al Comunale di Sperlonga per il Gaeta dopo un filotto di alcuni risultati positivi tra campionato e Coppa Italia arriva una sconfitta interna che, per carità ci può stare contro una formazione di qualità e tatticamente ben organizzata come il Serpentara, ma che è figlia soprattutto di una ripresa decisamente sottotono, incolore da parte dei biancorossi. Eppure la formazione di mister Melchionna parte bene, con buon piglio, aggredendo l’avversario. All’11’ su un bell’assist di Del Brocco si avventa di testa sul pallone Amitrano ma il portiere para. Dopo due minuti grande giocata di Fanelli per Mazza bravo ad andare in rete. Replica del Serpentara al 19’ con Petrangeli lesto a colpire di testa su cross dalla sinistra. La sfera termina alta di non molto sulla traversa. Nemmeno sessanta secondi dopo per il Gaeta si presenta l’occasionissima del possibile 2-0 ma Mariniello a porta vuota non calcia bene un pallone che bastava toccare per mandare in rete. Sfortunato l’attaccante. Al 27’ il Gaeta si fa sorprendere da una ripartenza e Barile che ha di fronte solo Incitti, rientra per evitare il difensore e calcia prontamente. Venditti riesce a respingere. E’ una fase di gioco in cui il Gaeta comunque gestisce bene la gara. Orsinetti al 32’ è protagonista di una bella rovesciata verso la porta avversaria. Il Serpentara improvvisamente perviene al pareggio al 35’ con Barile che da circa trenta metri opera una conclusione su cui non riesce ad intervenire Venditti. Il primo tempo si conclude sull’1 a 1. Ad inizio ripresa il Serpentara si mostra deciso e tonico. Al 12’ Petrangeli è pericoloso con un tiro dal limite che termina fuori di poco. Il Gaeta invece appare irriconoscibile rispetto al solito, manca la necessaria lucidità, tanti i calciatori fuori forma e gli ospiti ne approfittano. Il Serpentara infatti è dinamico, ha gran corsa, lavora bene sulle fasce, tutti si si sacrificano. In questo modo è normale come i biancorossi vadano in difficoltà. Melchionna effettua delle sostituzioni, prima Spila per Leccese, poi Di Luca per Mazza e quindi di Tullio per Infimo. Al 32’ Fanelli, già precedentemente ammonito, viene sanzionato con il giallo e quindi automaticamente scatta l’espulsione. Al 34’ il Serpentara passa in vantaggio con Casciotti su azione di calcio d’angolo.  Gli ospiti insistono in avanti e al 36’ Larosa prepara bene il tiro e calcia ma Venditti si rifugia in angolo. Il Gaeta di oggi non riesce a reagire. L’arbitro assegna quattro minuti di recupero. Al 47’ gran tiro di Barile con la palla che colpisce la traversa e rimbalza a terra. Per l’arbitro la sfera è entrata. Serpentara dunque che si porta sul 3 a 1, risultato finale. Per il Gaeta domenica da dimenticare in fretta.

Foto Leonardo D’Angelo