IL GAETA CONCEDE UN TEMPO ALL’ AUDACE. NELLA RIPRESA MACINA GIOCO MA NON RIESCE AD EVITARE LA SCONFITTA. PER COMPIERCHIO UNA NUOVA DOPPIETTA

Audace-Gaeta 2

AUDACE – POL. GAETA 3-2

Audace (4-3-3): Nasti, Siciliano, Tabascio, Fumini, Sismondi, Mucciarelli, Panetta (14’ st Mastrosanti), Chiti (32’ st Angelillo), Maurizi, Greco, Demofonti. A disp. Villanucci, Alzari, Jacquet Boschi, Valentini, Alimi. All. Greco

Pol. Gaeta (4-3-3): Camara, Matrullo, Zappalà, Salese ( 27’Mazza), Di Grezia, giudice, Compierchio, De Falco (16’ Zaccaria), Figliomeni ( 1’ st Kabangu), Pepe, Raiola. A disp: De Deo, Forcina, Popolla, Di Ruggiero.

Arbitro: Sig. Ciarniello di Roma 2 (Assistenti Civillini e Rienzi di Tivoli)

Marcatori: 22’ pt Sismondi (A), 39’ pt Demofonti (A) , 3’ st Compierchio (G), 14’ st Demofonti (A), 35’ st Compierchio (G)

Note: ammoniti Tabascio (A), Giudice, Raiola (G). Angoli 6-1 per l’ Audace 0’ rec pt   3’ rec st

 

Roberto D’ Angelis

A Gennazzano l’appoccio alla gara del Gaeta non è certamente dei migliori e ad approffitarne è la formazione di Greco, squadra giovane come quella biancorossa e che alla pari dei gaetani in queste prime giornate dei gaetani si è distinta per il bel gioco. Al 16’ un pallone velenoso diretto verso la porta difesa da Camara e  sporcato da una deviazione termina sul fondo. L’ atteggiamento in campo dei gaetani poco reattivi e determinati continua a favorire le iniziative offensive dei padroni di casa. Al 22’gli ospiti si lasciano sorprendere da un calcio d’angolo battuto velocemente dall’ Audace, con Sismondi che viene servito a due passi dalla porta e non ha difficoltà a scaraventare la sfera in rete. I biancorossi provano però a reagire. Al 24’ ripartenza con Compierchio che calcia ma Nasti blocca a terra. Al 37’ Salese tenta la conclusione dalla distanza con la sfera che termina di poco oltre la traversa. L’ Audace però insiste con la sua supremazia territoriale mettendo in difficoltà un Gaeta che continua a concedere troppo agli avversari e sembra lontano anni luce  dalla squadra ammirata nelle ultime gare. Al 39’la squadra di casa raddoppia con Demofonti capitalizzando  al meglio un’azione scaturita da un errore a centrocampo di De Falco. La prima frazione di gara si conclude con l’ Audace in vantaggio per 2 a 0. In avvio di ripresa, al 3’ il Gaeta va in gol con Compierchio autore di un tiro che va ad infilarsi sotto la traversa. Al 14’ però l’ Artena, approfittando nuovamente di un errore dei biancorossi, avvia un’ azione con uno scambio che poi permette a Demofonti di finalizzare ancora una volta in maniera vincente. Il Gaeta ha il merito di non demordere e comincia a imbastire manovre riversandosi continuamente nella metà campo avversaria, costringendo i padroni di casa ad arretrare il proprio baricentro. Al 25’ Camara è bravo a salvare su una conclusione ravvicinata di Tabascio. Al 32’ Zaccaria calcia in maniera debole e Nasti para senza difficoltà.  Al 35’ Compierchio dopo una spettacolare serpentina calcia e firma alla sua maniera la personale  doppietta (per lui settimo gol in quindici giorni). Gli ospiti tornano in partita e spingono alla ricerca del pareggio. L’ Audace è chiuso nella propria metà campo e quando il pallone arriva tra i piedi di Compierchio, calciatore di altra categoria, c’è sempre aria di pericolo. Come al 45’ quando l’esterno biancorosso indirizza la sfera all’ incrocio ma la mira non è precisa. Tre i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Il Gaeta è in forcing continuo.  Al 47’ Kabangu a un paio di metri dalla porta anziché servire un compagno meglio piazzato, opta per la soluzione personale, si gira e calcia. Nasti para a terra. L’ incontro si chiude qui, con la squadra di casa che vince per 3 a 2 ed il Gaeta costretto a recitare il mea culpa per aver concesso un tempo agli avversari, giocando poi una grande ripresa che però non è bastata.