IL GAETA CONTINUA A VOLARE. PIEGATO IL SORA (2-1) – CANO E IGUADDOU SUPERSTAR

el-picio

 

Pol. Gaeta: Fernandez, Ciotola, Silano, Otero, Barrero, Mirabet, Iguaddou (30’ st Kabangu), Pepe, Garcia (44’ st Giunta), Cano, Diallo. A disp. Coda, Luchetta, Popolla, Masiello, Bello All. Pepe

Sora: Faticanti, Serrao (19’ st La Rocca G.), Tomei (22’ st Tomei), Di Sarra (12’ st Cirelli E.), Bellucci, Pagnani, Antonini (36’ st La Rocca L.), Cirelli M. (25’ st Simoncelli),Gigli, Cardazzi, Reali. A disp. Santoro, Cianfarani, La Rocca G.     All. Tersigni

Arbitro: Sig. Catanzaro di Catanzaro (Ass. Romagnoli e Jorgji di Albano Laziale)

Marcatori: 4’ st Cano21’ st Iguaddou (G), 44’ st Cirelli E. (S)

Espulso 44’ st Fernandez (G). Angoli 9-3 per il Gaeta. 0’ rec pt   6’ rec st

 

 

Match col sapore di altri tempi quello che va in scena al Riciniello. Gaeta e Sora, al di là delle squadre che momentaneamente le precedono in classifica, si affrontano per affermare la propria supremazia nel girone B. La prima mezz’ ora di gara resta bloccata con i padroni di casa a fare la partita e gli ospiti ben arroccati dietro confidando in possibili ripartenze. Un copione questo che al Riciniello si va ripetendo spesso, con le formazioni ospiti che consci della forza del Gaeta preferiscono non affrontarla a viso aperto. E così non è facile  per l’undici di Pepe riuscire a trovare il varco giusto per scardinare la retroguardia avversari a.Anzi al 34’ sono proprio i ciociari a rendersi pericolosi con un tiro di Gigli a cui si oppone alla grande Fernandez che devia in angolo. Ed al 41’ è ancora il Sora pericolosissimo con Antonini che si presenta a tu per tu con il portiere biancorosso, il quale  tuttavia riesce a bloccare la sfera. Sulla successiva azione è il Gaeta a farsi minaccioso con Garcia  ben servito in area da Iguaddou, con gli ospiti che si rifugiano in angolo. Il primo tempo resta fermo sullo 0-0 fino allo scadere. Ad inizio ripresa, esattamente al 4’ ecco il Gaeta-spettacolo a cui siamo abituati. Azione magnifica con tacco  di Iguaddou a servire “el picicci”  Cano che supera Faticanti. Lo stadio è incantato. Il Gaeta passato in vantaggio sale in cattedra e al 13’ iguaddou dopo una bella sgroppata, conclude con un diagonale che termina fuori. Quattro minuti dopo Cano colpisce il palo su calcio piazzato. Il Gaeta domina ed ancora una volta, pur al cospetto del Sora dà l’ impressione di essere di ben altra categoria. Sicuramente alcuni interpreti biancorossi sono di altro livello. Al 21’ Iguaddou recupera il pallone, entra in area ed elude l’ intervento dei difensori segnando la rete del doppio vantaggio. Al 26’ al Gaeta viene annullato per fuorigioco, a tutti apparso inesistente, il gol del 3 a 0 ad opera di Garcia. Al 33’ Kabangu ha la possibilità di far male ma anziché tirare verso la porta serve al centro e l’ azione sfuma. Davvero un gran bel Gaeta. Occorre arrivare al 38’ per vedere una sortita offensiva dei bianconeri ma Fernandez para una conclusione a pochi passi dalla porta. Al 40’ pericolosa battuta a rete di Kabangu respinta dalla retroguardia. Al 44’ intervento del portiere biancorosso Fernandez con le mani fuori dall’ area di rigore. Il calciatore viene sanzionato con il rosso. Entra così il giovane Giunta che va a rilevare l’ attaccante Garcia. Ben 6’ i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Al 47’ dopo una bella corsa Kabangu spedisce il pallone oltre la traversa. Al 49’ il Sora trova il gol con E. Cirelli. Ma si ferma qui perché poi il risultato non cambia più. Il Gaeta più che meritatamente batte la quotata squadra ciociara con un risultato, 2-1, che le sta piuttosto stretto. Al termine lunghi applausi da parte della tifoseria gaetana, un feeling che cresce sempre più.