IL GAETA DILAGA A BORGO PODGORA. QUATTRO RETI E OTTIMA PRESTAZIONE. DOPPIETTA DI INFIMO (1-4)

podgora-gaeta

BORGO PODGORA-POL. GAETA 1-4

Borgo Podgora: Viscusi M., Dadu, Palluotto, di Matteo, Persia, Martellacci, Di Fazio (23’ st Viscusi C.), Martelli,Terrazzino (32’ st Bragazzi),Spogliatoio, Porcelli (32’ st Schiavon). A disp. Papagna, Lizzio, Screti, Laggiri. All. Prisco

Pol. Gaeta: Venditti, del Brocco, Orsinetti (23’ st Di Tullio), Incitti, Lisi, Di Emma, Pellino, Leccese, Infimo (28’ st Spila), Fanelli, Amitrano (25’ st Mazza). A disp. Fiorini, Conte, Colozzi, Marotta. All. Melchionna

Arbitro: Sig. Tartarone di Frosinone (Ass. Pantanella di Frosinone e Ticani di Roma 2)

Marcatori: 16’ pt Infimo, 35’ pt Amitrano, 17’ st Fanelli, 29’ st Infimo (G), 45’ st Bragazzi (BP).

Note: giornata primaverile. Spettatori una cinquantina circa. Espulsi Di Matteo, Spogliatoio (BP), Lisi (G). Ammoniti Martellacci (BP), Amitrano, Mazza (G). Angoli 4 a 3 per il Borgo Podgora   2’ rec. pt 2’ rec. st

Il derby pontino tra Borgo Podgora e Gaeta va in scena al Bongiorno la domenica delle Palme  in una splendida giornata primaverile. Non si tratta della classica gara di fine stagione tra due squadre che non hanno nulla più da dire in campionato, essendo i padroni di casa invischiati nella zona retrocessione e bisognosi quindi di punti, ed essendo i gaetani decisi a raggiungere una prestigiosa posizione finale in graduatoria a coronamento di  una stagione più che positiva. Parte subito bene la formazione biancorossa che al 4’ con Fanelli su calcio piazzato colpisce l’incrocio dei pali esterno. Al 6’ dopo una ripartenza avversaria, coraggiosa ma decisa l’uscita del giovane portiere Venditti che di testa anticipa un avversario e poi sul proseguimento dell’azione sul lato destro va a respingere una pericolosa conclusione. Al 13’ clamorosa palla gol per il Gaeta. Infimo davanti alla porta elude l’intervento di un difensore ma poi sparacchia alto. Che pericolo per il Borgo Podgora! Nonostante la volontà e la determinazione della squadra di Paloni, gli ospiti si muovono bene e creano occasioni. Al 16’ ecco un ottimo assist al centroarea di Orsinetti e questa volta Infimo non sbaglia. Gaeta dunque in vantaggio per 1 a 0. Il Podgora cerca di rispondere al 22’ con una conclusione dalla distanza di Martelli ma Venditti si rifugia in angolo. La retroguardia gaetana non concede nulla ed al 31’ i padroni di casa provano nuovamente con un tiro di Martellacci a cui si oppone l’’estremo difensore gaetano mettendo in angolo. La formazione di Melchionna sembra riuscire ad attuare gli abituali concetti legati ad un gioco squisitamente tecnico, con  proficuo possesso palla, scambi rapidi ed aperture sulle fasce. E questo pur su un terreno di gioco poco favorevole a tale tipo di impostazione. Al 35’ un lancio di Infimo ad Amitrano consente al numero undici gaetano di presentarsi a tu per tu con Matteo Viscusi. Il pallonetto però non riesce per l’intervento del portiere che respinge ma Amitrano sulla ribattuta lo trafigge.  Al 37’ Fanelli parte in contropiede e Di Matteo è costretto a commettere fallo da ultimo uomo. Per il calciatore del Podgora scatta il cartellino rosso. La conseguente punizione calciata da Fanelli termina di non molto oltre la traversa. Al 43’ altro episodio importante della gara ben diretta dal Sig. Tartarone di Frosinone. A seguito di un duro intervento subìto da Amitrano gli animi si surriscaldano. L’arbitro interviene ed estrae il cartellino rosso per Lisi e Spogliatoio. La squadra di casa resta in nove mentre il Gaeta in dieci. Allo scadere, al 45’ Fanelli solo contro il portiere ma in una posizione laterale, calcia con la sfera che attraversa lo specchio della porta. Occasione sfumata. Due i minuti di recupero. La prima frazione di gioco si conclude con il Gaeta in vantaggio per 2 a 0, un risultato più che meritato. Ad inizio ripresa subito un’altra opportunità per gli ospiti ma Amitrano calcia alto. La gara è completamente nelle mani dei biancorossi che continuano a giocare con intensità e concentrazione. Al 17’ cross di Pellino dalla destra e terza rete per il Gaeta ad opera di capitan Fanelli. Al 27’ la conclusione di Martellacci è pericolosa ma la sfera termina fuori. Due minuti dopo Infimo firma la sua doppietta portando a quattro le marcature per la sua squadra. Fioccano le palle gol per il Gaeta: al 30’ Leccese davanti alla porta non arriva a colpire per un soffio. Al 31’ con una smanacciata Venditti salva su un pallone velenoso. Anche nella ripresa due i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. E proprio nel corso del primo minuto Bragazzi si presenta da solo davanti a Venditti e lo supera, realizzando il gol della bandiera. Il match si conclude così con la netta vittoria del Gaeta dimostratosi, al di là del risultato, di un altro passo rispetto all’avversario.