IL GAETA JUNIORES PARTE CON IL BOTTO: STRAPAZZATA L’AGORA PER 4-0

giunta

Esordio boom quello di oggi per la formazione Juniores della Polisportiva Gaeta. La squadra allenata da Visciglia al Comunale di Sperlonga affrontava l’Agora per la prima giornata di Campionato. C’era molta attesa per vedere all’opera una compagine,quella biancorossa, profondamente rinnovata rispetto alla passata stagione. Alla vigilia si potevano mettere in preventivo possibili problemi legati all’amalgama o a cambiamenti di ruolo per alcuni elementi. Invece niente di tutto questo. I gaetani, che oggi indossavano la classica divisa nera della Juniores, si sono dimostrati un vero e proprio rullo compressore. Gli ospiti, sorpresi dalla verve, dalla determinazione, dal gioco a tratti spettacolare  espresso dal Gaeta hanno cercato di opporsi come meglio potevano. E così fin dai primi minuti della gara, sono cominciate a fioccare le occasioni da rete per i biancorossi. Imprendibile sulla sinistra Mazza, autore di giocate davvero pregevoli. Ma tutta la squadra si muoveva in maniera armonica mettendo più volte gli ottimi attaccanti Di Luca e Valentino in condizione di segnare. Il  gol era nell’aria ed arrivava su calcio di rigore concesso dal direttore di gara. Inesorabile l’esecuzione di Di Luca che non lasciava scampo al portiere ospite. Poi ancora il Gaeta a giostrare ed a rendersi pericoloso. Sul finire della prima frazione di gioco Vaudo era bravo a raddoppiare. Il primo tempo si chiudeva così con il Gaeta in vantaggio per due reti a zero. Nell’intervallo mister Visciglia metteva in guardia la sua truppa circa un eventuale calo di concentrazione dovuto al doppio vantaggio. Anzi lo stesso tecnico invitava i suoi a raddoppiare gli sforzi per cercare di rendere il bottino in termini di gol ancora più consistente. Detto fatto. La ripresa vedeva ancora i biancorossi sugli scudi. E che carattere! Pronti ad aiutarsi a vicenda ed a lottare su ogni pallone, i giovani gaetani non davano respiro agli avversari, sfiorando altre marcature. Mazza poi portava a tre i gol per il Gaeta. Gli ospiti invece quelle poche volte che riuscivano a portarsi in avanti, non erano in grado di impensierire minimamente la retroguardia gaetana. Il festival del gol proseguiva ancora con Vaudo. Troppo netta la differenza di valori in campo. La qualità, le giocate dei singoli, l’organizzazione di gioco del Gaeta travolgevano l’Agora. Ed il passivo poteva essere ancora più pesante.Comunque non ci poteva essere battesimo migliore per una squadra che ha subito fatto capire di che pasta è fatta, avendo inoltre evidenziato spirito di sacrificio e compattezza. Complimenti davvero a tutto il gruppo, a Visciglia ed al vice Romeo.