IL GAETA REPLICA – ANCORA UNA VALANGA DI GOL AL RICINIELLO – I BIANCOROSSI NE FANNO SEI ANCHE AL LAVINIO CAMPOVERDE IN COPPA ITALIA

coppa

Al Riciniello quando è di scena il Gaeta fioccano i gol. Dopo il roboante 6 a 1 di appena tre giorni fa sullo Scalambra in campionato ecco che nel pomeriggio in Coppa Italia (32esimi di finale) i biancorossi si abbattono come una furia sul malcapitato Lavinio Campoverde rifilando sei gol agli ospiti. E vale la pena ricordare che gli avversari di oggi occupano la seconda posizione nel girone C di Promozione con ben 14 punti. Al 2′ di gioco grande giocata di Iguaddou che prova la conclusione con la sfera che termina di non molto oltre la traversa. Al 5′ taglio di Cano per Garcia che tira prontamente. Respinge Pasquino ma irrompe Iguaddou e segna. Il numero sette gaetano all’ 8′ è fermato fallosamente in area di rigore ma l’arbitro sorvola. Che avvio da parte del Gaeta! Al 20′ ci prova Cano dalla distanza ma la sfera termina a lato. Al 24′ Garcia lascia partire una grande conclusione con il pallone che si infila sotto il montante. Pubblico che applaude. Nel Gaeta c’ è tanta qualità e si vede. Quello che poi accade al 27′ è meraviglioso.Con una serie di scambi molto veloci il Gaeta arriva in area avversaria e va in rete con Otero. Gli spettatori quasi non credono ai loro occhi. Il Lavinio di mister Antonelli sembra impotente al cospetto di una squadra che si dimostra di categoria superiore. Al 45′ dopo una azione insistita di Cano, Diallo sparacchia alto. Due i minuti di recupero. Ad inizio di ripresa prova a reagire la squadra ospite ed al 6′ arriva un pericoloso traversone che attraversa tutta l’ area gaetana ma senza sviluppi. In ogni caso il Lavinio appare più determinato. Al 16′ il difensore Canoi giá precedentemente ammonito commette fallo su Diano ed a seguito del secondo giallo viene espulso. Al 26′ Cano servito molto bene non ha difficoltá a superare Pasquino. Il Gaeta è voglioso ed anche cambiando alcuni interpreti è sempre micidiale. Quattro minuti dopo va in rete anche Barrero servito di testa da Quintana. Quest’ ultimo al 34′ sfiora la sesta marcatura colpendo il palo. Ma si rifá al 44′ raccogliendo un assist di Popolla. Poi applausi finali per i ragazzi biancorossi oggi guidati in panchina dall’ allenatore calciatore Pepe. I sedicesimi di finale sono ipotecati.