IL GAETA SUPERA IL CECCANO E FESTEGGIA. MELCHIONNA: “LA SVOLTA, L’IMPIEGO AL CENTRO DEGLI ESPERTI BOSCO E VISCIGLIA”

ric

POL. GAETA- CECCANO 4-2

POL. GAETA: Maffeo; Romeo; Zingrillo; Bosco; Fortunato; Di Emma; Emma (Arena 28° st); Sandu (14° st Monaco); De Lorenzo (38° st Rea); Visciglia; Matteo   A disp.: Cuomo; De Meo; Leccese; Mantoan    All. Melchionna

CECCANO: Fiorini; Pavia (Incitti 36° st); Colò; Aulicino (Mirabella 28°); Attardo; Amoroso; Flamini (41° pt Arrabito); Virgili; Spila; Colafranceschi; Pignoli   A disp.: Gentili; Fiacco; Vano; Pistolesi   All. Adinolfi

Arbitro: Sig. Amir Salama di Ostia Lido (Ass. Sigg. Delle Fontane di Ciampino e Affronti di Ostia Lido.

Marcatori: 1t 5° Emma, 15° De Lorenzo, 39° Emma, 43° Zingrillo (G). 2 t 28°, 32° Spila ( C )

Note: giornata tipicamente estiva, spettatori circa 200. Ammoniti: De Lorenzo (G), Amoroso ( C ). Angoli: 3-2 per il Gaeta.

Al termine della gara con il Ceccano  il Gaeta si ritrova a festeggiare una salvezza matematicamente raggiunta ma quel che più conta strameritata. Anzi, solo la sorte e le penalizzazioni hanno impedito ai biancorossi di chiudere il campionato in una posizione di classifica senz’altro più consona alla qualità ed ai valori espressi dalla compagine gaetana. Dunque ad una giornata dal termine sono 47 i punti incamerati dalla squadra di mister Melchionna, per la verità 50 senza le penalizzazioni. Il Gaeta oggi è partito subito forte, sottomettendo i frastornati ospiti sia sotto l’aspetto tecnico che quello agonistico. Ottime le geometrie in campo accompagnate  a tratti da giocate spettacolari. Senza dubbio una delle migliori prestazioni stagionali del Gaeta, nonostante il gran caldo. Già al 1° i gaetani si rendono pericolosi con una conclusione di Sandu respinta a terra da Fiorini. Due minuti dopo un insidioso pallonetto dalla distanza di Matteo finisce non di molto oltre la traversa. Al 5° minuto Gaeta in vantaggio con un gran tiro di Emma. Dopo il gol i biancorossi continuano a a macinare gioco. De Lorenzo ci prova all’8° con un colpo di testa ma la sfera termina fuori. Ma il centravanti gaetano non sbaglia al 15° quando riceve un assist di Zingrillo e la mette dentro. Nemmeno il doppio vantaggio fa tirare i remi in barca ai padroni di casa. Al 21° azione spettacolo del Gaeta con tiro finale di Bosco però oltre la traversa. Le occasioni fioccano per la squadra di casa. Al 23° calcio di punizione battuto da capitan Visciglia con deviazione sottoporta di Di Emma. Pallone fuori. Al 25° De Lorenzo, scatenato evita anche l’intervento del portiere ma calcia fuori fuori. E’ un Gaeta da applausi. La svolta, come avrà modo poi di confermare in sala stampa il tecnico Melchionna la si è avuta con l’impiego al centro, nella zona nevralgica, degli esperti Bosco e Visciglia capaci di fornire un essenziale supporto di esperienza e qualità. Al 37° zampata di De Lorenzo e sfera oltre la traversa. Al 39° fenomenale scambio Matteo – Emma con quest’ultimo che fulmina Fiorini con un gran gol. Sandu al 43° ha l’occasione per pervenire alla marcatura ma viene anticipato all’ultimo momento da un avversario. Il pallone finisce in angolo. Su azione conseguente i gaetani portano a quattro le marcature. Zingrillo apparso oggi in gran forma, lascia partire un tiro che va ad infilarsi nella porta alla sinistra dell’estremo difensore ospite.I  gaetani giocano con determinazione e denotando una certa sicurezza nei propri mezzi. Il modulo adottato da Melchionna è vincente. Ad un minuto dal termine del primo tempo Matteo viene fermato fallosamente in area di rigore ma il direttore di gara non sanziona. La prima parte della gara si chiude sul punteggio di 4-0 per il Gaeta. Nella ripresa i gaetani, com era lecito aspettarsi, rallentano il ritmo limitandosi a controllare un risultato largamente acquisito. Gli ospiti invece provano a cercare di ridurre il pesante svantaggio. Al 48° Sandu segna ma la rete viene annullata per fuorigioco. Pericolo per la porta gaetana al 55° per una conclusione dalla distanza di Pignoli. Altro sospiro di sollievo tirato dai biancorossi al 67° quando i rossoblu battono a rete da posizione ravvicinata ma Maffeo compie un miracolo. Al 73° i rossoblu accorciano le distanze con Spila. Replica il Gaeta al 75° con Matteo ma è bravo Fiorini a deviare. Il Ceccano poi al 77° segna il suo secondo gol ancora una volta con Spila. La gara, che nel corso della ripresa ha perso d’intensità, si trascina senza ulteriori sussulti fino al 93° (tre infatti i minuti di recupero concessi dal direttore di gara). Dopo il triplice fischio arbitrale, festeggiamenti in campo da parte degli atleti biancorossi soddisfatti per aver portato a termine nel migliore dei modi una stagione non facile. Euforici anche il tecnico Melchionna e la famiglia Belalba.