IL GAETA TORNA ALLA VITTORIA NEL DERBY PONTINO CON IL CISTERNA. SOTTO DI UN GOL RIBALTA IL RISULTATO CON DI TULLIO E DAMA

got

POL. GAETA-PRO CISTERNA 2-1

POL. GAETA:Egizzo, Mantoan (46’ Di Tullio), Zingrillo, Romeo, Fortunato, Bosco, Putortì, Avella (76’ Di Luca), Dama, Visciglia, Matteo (83’Pellino). A disp. Fiorini, colozzi, Mazza, Perito.   All. Melchionna

PRO CISTERNA: Di Mario, Palermo, Calori, Petitti (86’ D’Amico), Manni, Esposito, Sangermano (79’ Conciatori), Martelli, Tosti, Troisi, Polverino. A disp. Della Corte, Ferrari, Bisceglie, Scifoni.  All. Venturi

Arbitro:Sig. Mariani di Tivoli (ass. Carletti di Ostia Lido e Accardo di Tivoli

Marcatori: 15’Manni ( C),60’ Di Tullio (G), 16’ Dama (G)

Note: Forte vento presente per tutto l’incontro. Osservato un minuto di silenzio. Spettatori circa cinquanta.Ammoniti Visciglia, Mantoan, Matteo, Bosco, Dama e Zingrillo (G), Martelli, polverino, Esposito (C ). Angoli 10-4 per il Gaeta

Al Perrone di Formia si affrontano Gaeta e Cisterna in uno dei classici derby pontini. Gli ospiti sono reduci da un paio di risultati utili che ne hanno rialzato le quotazioni in ottica salvezza. I biancorossi invece tornano in campo dopo la brutta sconfitta della scorsa settimana a Colleferro.Dopo appena un minuto di gioco il Gaeta ha già la possibilità di portarsi in vantaggio con Mirko Matteo che si avvia da solo verso la porta. Bella la conclusione ma Di Mario devia in angolo. Al 9’ci prova Dama ma il tiro dell’attaccante gaetano finisce alto. I padroni di casa sono volenterosi e decisi ma si trovano a disputare la prima parte della gara controvento, con delle evidenti difficoltà. La squadra di Venturi cerca di approfittarne.Al 10’ da registrareun cross pennellato dalla destra di Mantoan per Dama con quest’ultimo che però di testa colpisce debolmente. Al quarto d’ora a sorpresa il Cisterna si porta in vantaggio. Manni è bravo a battere a rete finalizzando un calcio d’angolo. Al 24’ un tiro improvviso di Sangermano termina di poco alto sopra la traversa. Replica il Gaeta al 30’su calcio d’angolo impegnando il portiere ospite che para a terra. Al 35’ Martelli mette al centro un pallone pericoloso deviato in angolo dai biancorossi. Il Gaeta non ci sta a chiudere in svantaggio il primo tempo. Fortunato al 37’di testa spedisce il pallone fuori. Ad un paio di minuti dal termine Matteo viene steso proprio mentre stava dirigendosi verso la porta avversaria. Il direttore di gara però non ravvisa l’infrazione che avrebbe potuto anche significare l’espulsione del calciatore autore del fallo. Proprio al 45’ Dama potrebbe riportare in parità le sorti della gara ma la sua conclusione di testa  viene respinta in angolo da Di Mario. Il primo tempo si conclude con gli ospiti in vantaggio per 1-0. Ad inizio ripresa Melchionna opera subito un cambio. Di Tullio va a rilevare Mantoan. Biancorossi subito visibilmente propositivi e generosi. Al 57’ Di Mario devia in angolo una bella punizione di capitan Visciglia. L’arbitro continua a tirare fuori il cartellino giallo (alla fine se ne conteranno nove, sei per il Gaeta e tre per il Cisterna) anche se la partita è estremamente corretta. Al 15’ Di Tullio si fa trovare pronto in area di rigore raccogliendo un assist di Avella e trafigge l’estremo difensore biancoceleste. Un minuto dopo splendida azione di Matteo sulla destra. L’attaccante gaetano ubriaca un avversario e confezione un assist al bacio per la testa di Dama che non ha difficoltà a superare Di Mario. Gaeta dunque in vantaggio per 2-1. I padroni di casa continuano a cercare il gol. Ci provano ma senza fortuna sia Zingrillo che Visciglia. Nel Gaeta al 76’ entra Di Luca per Avella. Tre minuti dopo Venturi sostituisce Sangermano con Conciatori. Il Cisterna cerca di evitare la sconfitta cercando possibili spunti offensivi. I biancorossi però tengono e non corrono alcun pericolo. Sul finale di gara Melchionna effettua l’ultimo cambio mandando in campo Pellino al posto di Matteo mentre all’86 tra i biancocelesti esce Petitti per far posto a D’Amico. Il Cisterna cerca proprio nei minuti finali l’occasione giusta per piazzare il colpo del pareggio ma senza esito. L’arbitro concede tre minuti di recupero ma il risultato non cambia. Il Gaeta si assicura tre punti preziosi, che oltre a muovere la classifica fanno morale. Del resto la squadra ci ha creduto dall’inizio alla fine della gara. Ed il risultato l’ha premiata.

Roberto D’Angelis