Il Gaeta under battuto nettamente dalla capolista Ciampino (8-0)

Ciampino-Gaeta 2

Città di Ciampino-Pol. Gaeta 8-0

Città di Ciampino: Peri, Moisa, Tamburlani, Casciotti, Carnevali (1’ st Grelloni),Asci, Turmalaj, Citro, Tornatore (26’ pt D‘Avino), Lalli, Pedrocchi (5’ st Macciocca). A disp. Ferendeles, Martinelli, Cassetti, Panella. All. Mancinelli

Pol. Gaeta: Raso, Matrullo, Zappalà, Simone (28’ st Esposito), Sebastianelli, Popolla (1’ st Marciano), Perillo, Monetti, Ottobre, Mazza, Cardia (1’ st Ciotola). A disp. Caso, Picano. All. Melchionna

Arbitro: Sig. Ravaioli di Tivoli (Ass. Sigg. Mari di Roma 2 e La Gorga di Aprilia)

Marcatori:4’ pt Pedrocchi,10’ pt  Tornatore, 13’p e 19’ pt Lalli, 23’ pt Tornatore,10’ st, 18’ st, 37’ st Macciocca ( C )

Note: giornata soleggiata e tiepida. Spettatori una cinquantina circa. Ammonito Casciotti ( C ). Angoli 2-1 per il Gaeta. Rec. pt 0’ rec. st 2’

 

Al Superga la capolista Ciampino affronta un Gaeta formato Juniores a seguito dei tanti trasferimenti in uscita dei giorni scorsi. Fa un certo effetto vedere tutti under in distinta, tanti della Juniores Elite. Il confronto è chiaro, si presenta subito impari. In avvio i volenterosi giovani gaetani sono molto propositivi e spingono in avanti. Ma già al 4’ un assist per Pedrocchi viene sfruttato magistralmente dall’attaccante che supera Sebastianelli e va a segnare. Ed al 10’ Tornatore raddoppia capitalizzando al meglio un lancio smarcante e mettendo in rete. Gli aeroportuali dall’alto della loro esperienza e potendo contare su perfetti automatismi infilano con delle precise ripartenze i ragazzi gaetani. Al 13’ Lalli con un gran gol, un pallonetto, batte Raso. Replica tre minuti dopo il Gaeta con un’ottima azione non finalizzata da Perillo che a tu per tu con Peri calcia debolmente. Gli under gaetani sono vivi più che mai. Al 18’ il Ciampino centra la traversa. Nemmeno sessanta secondi dopo Tornatore salta Sebastianelli e calcia ma è buona la respinta di Raso. Irrompe però Lalli che con una conclusione vincente brucia l’estremo difensore biancorosso. Nonostante il dinamismo e la determinazione dei gaetani il divario tecnico e quindi il diverso spessore sono evidenti. Al 23’ Tornatore servito con un bel lancio supera il portiere in uscita e segna la quinta rete. Tre minuti dopo l’attaccante esce per far posto a D’Avino. In casa della capolista si comincia a pensare alla gara di Coppa di mercoledì. Al 29’ conclusione di Mazza da buona posizione anche se defilata ma la sfera finisce fuori. Al 32’ altra grandissima occasione per il Gaeta con Perillo che dopo uno scambio è solo davanti al portiere ma calcia ancora debolmente. E un’azione simile si ripete al 38’ sempre con lo stesso Perillo che a tu per tu con Peri si fa ribattere il pallone dal portiere. Il primo tempo termina con i padroni di casa in vantaggio per cinque reti a zero. Non sono dispiaciuti i giovani gaetani che il gol l’avrebbero meritato. In avvio di ripresa al 1’ il Gaeta ha l’occasione per andare in gol con Ottobre che imbeccato da Ciotola e davanti alla porta calcia fuori. In questa fase la gara è equilibrata. I biancorossi vogliono provare a ridurre lo svantaggio. Al 10’ punizione dal limite per il Ciampino. La conclusione di Macciocca non è trascendentale ma la barriera gaetana al momento della battuta sparisce completamente ed il pallone finisce in rete. Tutto troppo facile. Al 18’ su azione di calcio d’angolo Macciocca va in rete ma l’attaccante si aiuta con la mano. Il direttore di gara però convalida. Al 28’ calcia D’Avino ma Raso para senza difficoltà. Al 37’ la capolista porta a otto le sue marcature sempre con Macciocca che con un gran tiro sorprende Raso. L’arbitro assegna anche due minuti di recupero. Il match del Superga si conclude con la pesante vittoria dei padroni di casa per otto reti a zero, una gara senza storia ma in cui gli ospiti nonostante la giovane età e l’l’inesperienza sarebbero potuti andare in gol più di una volta. Per il Gaeta si tratta di archiviare questa pagina e pensare alla gara casalinga di domenica prossima con il monte San Giovanni Campano. Ma sicuramente sarà un’altra squadra, prevedendosi nuovi arrivi in settimana.