IL GAETA VERO E PROPRIO RULLO COMPRESSORE. TRE GOL IN TRASFERTA AL MOROLO IN UNA GARA DOMINATA DALL’INIZIO ALLA FINE. E’ LA QUINTA VITTORIA CONSECUTIVA

esultanza del Gaeta a fine gara 2

MOROLO-POL.GAETA 0-3 Morolo: Pocino, Caratelli, De Persiis, Capuano, Casalese S., Santarelli,Mocila (40’ st Cataldi), Ciocchetti, Calcagni, Colafranceschi,Sanna (23’ st Rinaldi). A disp. Mouton, Casalese M., Paris, Cicciarelli, Anella.  All. Adinolfi

Pol. Gaeta: Fiorini, Del Brocco, Sinico (22’ st Paris),Incitti, Di Emma, Orsinetti, Amitrano, Pellino, Spila (22’ st Leccese), Fanelli, Infimo (34’ st Di Tullio).   All. Melchionna  

Arbitro: Sig. Pontone di Cassino (Ass. Abbatecola di Cassino e Ticani di Roma 2)

 Marcatori: 40’ pt Spila, 22’ st Infimo, 24’ st Pellino (G)

 Note: Giornata uggiosa. Spettatori  un centinaio circa. Ammoniti Santarelli e Movila (M). Angoli 4-2 per il Gaeta.  1’ rec. pt 3’ rec. st

 Il Gaeta nelle ultime settimane si è trasformata in un vero e proprio rullo compressore capace di vincere in casa ed in trasferta. Ma ciò che soprattutto conta è che tali successi sono figli della acquisita mentalità vincente della squadra e di un gioco splendido messo in mostra su ogni campo. La gara odierna all’Arnaldo Marocco non ha avuto storia. Pronti via e  comincia già  l’allegra  sinfonia della squadra di Melchionna che prende in mano le redini del gioco. All’8’ ed al 10’ arrivano le prime pericolose conclusioni di Infimo prima e Fanelli dopo. Manovre tutte di prima e ben orchestrate per gli “all blacks”. Al 10’ meravigliosa azione del Gaeta: pallone ben servito dal debuttante Sinico per Amitrano che sulla fascia salta un avversario e mette al centro. Fanelli da un metro calcia fuori. Da non credere, ma può succedere. Il Morolo non riesce ad arginare Incitti e compagni che continuano a tessere delle ottime trame. Al 28’ bella ripartenza con la sfera che da Amitrano arriva a Sinico, il cui tiro viene respinto da Pocino. Altra opportunità grossa dunque per gli ospiti. Nemmeno un minuto dopo efficace assist dalla destra di Fanelli per Infimo il cui tiro viene ribattuto dalla difesa. Il Gaeta con concentrazione e senza frenesia alcuna è proiettato costantemente in attacco. Al 40’ su cross dalla destra di Del Brocco il vivace Spila è bravo a insaccare. Il Gaeta così dopo la prima frazione di gara, conclusasi con un minuto di recupero, torna negli spogliatoi in vantaggio di una rete. Un risultato questo anche stretto, considerato quanto vistosi in campo. Ad inizio ripresa, al 2’ prova ad essere pericoloso il Morolo con Movila ma Fiorini è bravo  a deviare. Il Gaeta davvero in palla, anche sotto il profilo atletico ha il controllo della gara. Al 21’ il Morolo lamenta un fallo in area di rigore degli ospiti ma l’arbitro ben posizionato non ravvisa alcunchè. Un minuto dopo il Gaeta raddoppia. Calcio di punizione sulla corsia laterale battuto da Incitti e preciso colpo di testa di Infimo che mette a segno un gran gol. Centoventi secondi dopo Pellino dalla distanza colpisce e porta a tre le marcature per la sua squadra. Il Morolo è stordito e incapace di reagire. I gaetani così come hanno fatto nel primo tempo arrivano primi sul pallone, sono determinati e non si fermano. Al 30’ Leccese subentrato a Spila sfiora il gol con un bel tiro. Successivamente al Gaeta viene annullato un gol per un dubbio fuorigioco. Al 44’la squadra ospite potrebbe incrementare il bottino ma Mazza davanti al portiere si divora il gol. Il match, dopo tre minuti di recupero, termina con il netto successo dei ragazzi di Melchionna, così come netto è sembrato il divario tecnico tra la squadra pontina, che ha fatto il bello e cattivo tempo e quella ciociara, mai pericolosa in tutta la gara ma  che proprio una settimana fa era quasi riuscita a fermare la capolista Colleferro. Per il Gaeta quinta vittoria di fila, ma si vola basso, innanzitutto la salvezza.                           squadre in campo                           una fase di gioco