Il primo round tra Minturno e Gaeta termina in parità (1-1). Il ritorno tra una settimana in casa biancorossa

foto minturno-gaeta

Città di MinturnoMarina-Pol. Gaeta (1-1)

Città di MinturnoMarina:Cenerelli D., Gatti, Bacioterracino, Castiglione, Montana, Fusciello, Conte A. , Signore (1’ st Mallozzi), Cenerelli S., Tomassi, Pernice I. (25’ st Martino). A disp. Mancini, Scippa, Sica, Venerelli, Conte M. All. Pernice G.

Pol. Gaeta: Raso, Bernisi, Marciano, Vitale G. (21’ st Zappalà), Sebastianelli, Bellucci, Perillo, Cerro, Petronzio, Fanelli (26’ st Longobardi), Infimo (17’ st Marzullo). A disp. Testa,Lubrano, Vitale E., Monetti. All. Melchionna

Arbitro:Sig. Caciotti di Albano Laziale (Ass. Di Maola e Ventre di Cassino)

Marcatori: 8’ st Cerro (G), 38’ st Martino (M)

Marcatori:4’ pt Infimo, 20’ pt Marzullo, 33’ pt e 26’ st Longobardi,29’ st Vitale

Note: spettatori un centinaio circa. Espulso per gioco falloso Cerro (G). Ammoniti Castiglione, Conte A. (M), Marciano, Vitale G., Sebastianelli). Angoli 5-1 per il Minturno. Rec. pt 1’  rec. st 5’

Il primo round di Coppa Italia tra Minturno e Gaeta termina in parità. Il discorso relativo al passaggio al prossimo turno è dunque rinviato alla gara di ritorno tra una settimana in quel di Monte San Biagio. Una fastidiosa ed intensa pioggia si abbatte sul campo alcuni minuti prima della gara appesantendolo  in alcuni tratti. Agonismo, buona volontà, voglia di superarsi da parte delle due formazioni non bastano per assistere ad un primo tempo esaltante al Rolando Conte. La gara, pur risultando piacevole, non fa registrare alcun spunto degno di nota nel corso della prima frazione di gioco che, dopo un minuto di recupero si conclude sullo 0 a 0. Il sussulto arriva all’8’ della ripresa quando Cerro con un malandrino tiro dalla distanza riesce a sorprendere Cenerelli. Dopo quattro minuti secondo un preciso schema Vitale su calcio piazzato mette in condizione Fanelli di trovarsi davanti alla porta in solitudine e calciare a rete. Ma la conclusione del capitano è maldestra e termina oltre la traversa. Il Gaeta appare più determinato rispetto agli avversari. Al 25’ assist dal fondo di Marzullo per Fanelli che colpisce male. Altra importante occasione questa per il possibile raddoppio biancorosso. Al 36’ il direttore di gara ravvisa un fallo di Zappalà in area di rigore e decreta il penalty, che però Martino fallisce calciando sul palo. Intanto Petronzio accusa un problema e resta fuori per farsi assistere. Al 38’ la difesa gaetana non è attenta consentendo a Martino di colpire di testa indisturbato e battere a rete. E’ il gol del pareggio. Al 39’ Cerro, reo di aver commesso un fallo su un avversario viene espulso. Il Gaeta è in nove. Petronzio stoicamente torna in campo ma può giocare solo da fermo. I padroni di casa galvanizzati dal pareggio e anche dalla superiorità numerica tentano un assalto finale ma la retroguardia gaetana fa buona guardia. Cinque i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Ma il risultato non si schioda e resta fissato sull’1 a 1, che in ottica gara di ritorno certamente sorride di più al Gaeta. Il Minturno si conferma squadra ostica sul proprio campo. In ogni caso per Melchionna buone conferme arrivano dalle seconde linee con l’under Marciano e Petronzio pimpanti ed efficaci.