La nota del direttore/ FORZA GAETA, GIOCATORI E TIFOSI INSIEME A SPERLONGA PER VINCERE. CREDIAMOCI!!!

fic

Finalmente torna il campionato, quello passionale, quello che sentiamo di più, la massima competizione regionale, quella dove quest’anno più che mai parteciperà come possibile protagonista l’antica e gloriosa società cittadina, la Polisportiva Gaeta 1931. Quei colori, il bianco ed il rosso impressi nel cuore di tanti, un pezzo di storia cittadina, ricordi ed emozioni… Il Gaeta forza e vanto della città, non proprietà privata, ma bene comune da sostenere sempre e comunque, altro che beghe di cortile o effimeri interessi di bottega o ancora insensate invidie. Dopo un anno di noviziato quest’anno la dirigenza ha operato in estate il massimo sforzo per allestire una squadra (scusate se non usiamo il termine squadrone ma preferiamo lasciarlo agli altri, a chi definisce la nostra squadra come una delle due superfavorite) che sia capace di “osare”, di tentare la conquista, sia ben chiaro avendone i mezzi, di quel qualcosa che farebbe felici tutti. E ciò con tanta umiltà, ma è incontrovertibile il fatto che il team sia davvero attrezzato per un torneo di vertice, con un’ampia rosa caratterizzata da tanta qualità in ogni reparto. Ma poi deve essere il campo a parlare. E  soprattuttoad accompagnare il successo devono essere tanti fattori. E tra questi non può certamente essere relegato a ruolo secondario il pubblico, il cosiddetto “dodicesimo uomo, con la sua spinta ed il suo calore, capace di trasformare il Comunale di Sperlonga in un altro Riciniello. Una squadra pur forte, ambiziosa, determinata non può farcela senza l’apporto dei suoi supporters. E sappiamo come in questo i gaetani siano unici. L’appello dunque è a tutti, aficionados e non, uomini e donne, ai biancorossi magari delusi da qualche annata triste e restii a tornare allo stadio: non lasciamoli soli! Questa squadra è stata costruita per avere il massimo rispetto di ogni avversario e il timore di nessuno, anzi…. Accogliamola già da domenica festosi e fiduciosi. Facciamo sì  che il motto scelto per la campagna abbonamenti “Uniti per vincere…un unico grande amore” non resti tale. E naturalmente…buon campionato a tutti

Roberto D’Angelis