LA SOCIETA’ HA FATTO MOLTO..ANZI DI PIU’….HA ALLESTITO UNA SQUADRA PER VINCERE. ORA TOCCA A TIFOSI E SPORTIVI GAETANI RISPONDERE PRESENTE ACQUISTANDO LE TESSERE DI ABBONAMENTO. COME PREVEDIBILE LA PRIMA L’HA RITIRATA LEI FILOMENA MICI, LA NONNINA BIANCOROSSA.

mici

di Roberto D’Angelis

La dirigenza biancorossa è cuore, passione, profondo attaccamento ma anche impegno tangibile e concreto. A differenza di tanti altri sodalizi, anche illustri, la cui sopravvivenza è tuttora in forse, la Polisportiva Gaeta quest’anno ha provveduto senza esitazione alcuna ad iscriversi al campionato di Eccellenza. Il presidente Belalba aveva già preannunciato tale impegno ed ha mantenuto la parola, intervenendo in prima persona per garantire il necessario esborso economico. E già quello era stato un atto davvero apprezzabile. Ma probabilmente ciò che non ci si aspettava dal patron di Carni Italiane e dalla sua famiglia e che sicuramente è un po’ la lieta ed inaspettata novella dell’estate è l’allestimento di un organico di prim’ordine, invidiabile, sulla carta capace di essere la squadra leader del raggruppamento o quantomeno di potersela giocare alla pari con un altro paio di concorrenti per la vittoria finale. Fino a due giorni fa la rosa messa a di disposizione di mister Melchionna era già di un certo spessore. Poi, e questo è un retroscena che possiamo svelare, quando sabato l’uomo mercato della società ha comunicato alla famiglia Belalba che c’era la possibilità di mettere a segno un bel colpaccio, dal vertice societario è arrivato subito il placet per chiudere con Manzo. Ciò a significare che la società di via Marina non ha lesinato sforzi. Come quelli fatti anche per il ritiro di Campodimele e per assicurare un campo di gioco alla squadra (Sperlonga). La società ha tenuto, rinnovandogli la fiducia un tecnico molto preparato, verosimilmente il n.1 del raggruppamento, gli ha messo a disposizione una rosa pronta a lottare per il salto di categoria, ha potenziato l’organigramma societario. Cosa chiedere di più all’imprenditore delle carni ed alla sua famiglia? Ora però occorre la pronta risposta, ovvero un immediato forte sostegno da parte della tifoseria biancorossa e dei tanti sportivi gaetani. Quell’impegno che non può non tradursi nell’acquisto delle tessere di abbonamento la cui campagna è partita lo scorso 17 luglio. “Un unico grande amore….uniti per vincere” non è e non deve restare solo un motto, è il significato da dare ad un’intera stagione perché da sola la squadra non può vincere, il successo arriva con il supporto di tutti. L’invito dunque è quello di recarsi presto nei punti commerciali indicati, ovvero Stanleybet in Piazza Mazzoccolo e Macelleria Anna in via Indipendenza per dimostrare come in passato un forte attaccamento alla prima e storica squadra della nostra città. Intanto va detto che la prima tessera è stata acquistata da Fiolomena Mici, meglio conosciuta come la “nonnina biancorossa”, che siamo riusciti a fotografare proprio con in mano il suo abbonamento. Un’altra bella testimonianza di affetto ai colori della Polisportiva, sempre attraverso l’acquisto di una tessera di abbonamento è venuta anche dal cronista Erasmo Lombardi, memoria storica del sodalizio gaetano e coautore del libro sugli 80 anni di calcio cittadino. L’auspicio è che tanti altri possano già sin d’ora garantirsi un posto in tribuna per spingere ancora più in alto una squadra che lascia ben sperare.

TESSERA  fronte

TESSERA retro