L’ARBITRO DI GAETA-TERRACINA DESIGNATO DALLA C.A.I./ SPIEGHIAMO COS’E’ QUESTO ORGANISMO DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI:

associazione italiana arbitri

Designati dall’organismo regionale dell’Aia solamente gli assistenti dell’arbitro per le gare Gaeta-Terracina e Boville- Monterotondo Lupa. Al momento  non sono state rese note  le designazioni dei direttori di gara per le due partite , che sono di competenza della C.A.I.

 

COS’E’ LA C.A.I.

 

La C.A.I. (Commissione Arbitri Interregionale), conosciuta anche come scambi, designa arbitri per alcune partite di Eccellenza, Promozione e Juniores Nazionali oltre al Campionato di Calcio Femminile Serie A . Questa commissione ha la particolarità di non avere assistenti arbitrali in organico, che vengono designati da altri Organi Tecnici (solitamente le regioni). Gli arbitri per essere immessi nella C.A.I. devono rispettare alcuni requisiti, tra gli altri, non aver compiuto il 29º anno di età alla data del 30 giugno. L’arbitro in organico alla C.A.I. può essere avvicendato dal ruolo per tornare al  C.R.A. e potrà essere riproposto per il passaggio all’O.T. superiore per una seconda volta. La Cai è dunque quel serbatoio naturale da cui viene fuori poi il futuro arbitro di serie A. Il giovane arbitro – dopo cinque-sei anni di esperienza in regione – inizia a varcare i confini delle sue zone natie : nuovi impulsi alla crescita tecnica, nuove esperienze, nuovi modi di interpretare le gare. I risvolti si notano subito in Can D dove arrivano – rispetto al passato – arbitri più completi, già abituati a realtà più grandi, già passati attraverso la lente d’ingrandimento di diversi osservatori, di diversi organi tecnici in grado di valutarne potenzialità e rendimenti. La Commissione, sempre detta degli “scambi” , è stata ricostituita da circa sei anni