MATERAZZI: “ANTONUCCI E’UN GRANDE! PRESTO SARO’ A GAETA PER INCONTRARE BAMBINI E RAGAZZI DEL SETTORE GIOVANILE”

Giuseppe Materazzi 2

Abbiamo incontrato Giuseppe Materazzi, noto allenatore professionista e da circa un anno Dirigente Sportivo, per parlare dell’avventura di Antonucci  quale Responsabile del nuovo Settore Giovanile biancorosso, essendo in passato tra loro intercorsi rapporti di proficua collaborazione e continuando ad esserci una grande amicizia. “Antonio non ha certo bisogno di presentazioni,lui si distingue sia  come tecnica negli allenamenti che come conoscenza della materia- ha dichiarato Materazzi- E poi il suo curriculum parla chiaro. Io direi che uno come Antonio, con tutto il rispetto per il Gaeta, bella e qualificata realtà, avrebbe bisogno di un palcoscenico ben più importante per riuscire a produrre potenziali campioni. Di Antonucci apprezzo tante cose, in primis gli insegnamenti che riesce a trasmettere sul campo ed il fatto di riuscire a farli  recepire molto bene  agli allievi. E poi il saper coordinare in maniera capillare l’attività nelle varie fasce d’età, com’ è giusto che sia, e il saper  organizzare tutto il lavoro quotidiano. Per fare tutto ciò è chiaro che  parliamo di  un professionista a 360°. Con Antonio devo dire che ci sentiamo spesso, avvertendo ogni tanto il bisogno di comunicarci delle cose. Lui mi ha parlato di questa esperienza a Gaeta e devo dire che la sta affrontando con grande entusiasmo. E’ contento di aver avviato un progetto serio ed importante, che spero possa realizzarsi, perché le cose nel calcio, come ovviamente nella vita, non sempre vanno come vogliamo. Comunque io faccio i migliori auguri ad Antonucci ed al Gaeta Calcio affinchè si concretizzino le loro aspettative. Gaeta è una cittadina molto bella, ma al di là di questo, mi fa piacere conoscere di persona la realtà di questo nuovo settore giovanile. Pertanto presto, appena possibile verrò al Riciniello ad incontrare bambini, ragazzi e giovani della Gaeta Soccer School, come l’ha chiamata il mio amico Antonucci. E’ una promessa.”

Chi è Giuseppe Materazzi
Nato ad Arborea (OR) il 5 gennaio 1946, ha giocato in Serie B con Lecce e Bari ed in Serie D con il Tempio Pausania.
É padre del difensore dell’Inter e della nazionale italiana Marco Materazzi, che recentemente ha smesso di giocare.
Dopo aver frequentato con successo il Supercorso di Coverciano,dal 1979 al 1981 ha allenato la Cerretese in Serie C2, prima di guidare le giovanili del Bari per due anni. In seguito ha allenato Rimini, Benevento, Casertana.
Nel 1987 è stato ingaggiato dal Pisa, con cui è giunto 13° in Serie A. Nei due anni successivi si è seduto sulla panchina della Lazio, condotta ad un buon 9° posto in Serie A nella stagione 1989-1990. Dopo le esperienze al Messina e il ritorno alla Casertana (entrambe in Serie B), nel 1992 si è trasferito al Bari, della cui conduzione tecnica si è occupato fino al 1996 disputando due stagioni in Serie B, vincendo il campionato cadetto, e due in Serie A. Nel 1996-1997 è  statoal Padova (Serie B), mentre nel 1997-1998 ha allenato il Brescia (Serie A). Successivamente ha guidato Piacenza, Venezia, Cagliari, prima di tentare l’avventura in Portogallo con lo Sporting Lisbona nel 1999.
Nel 2003 ha allenato la squadra cinese del Tianjin Teda. Nel febbraio 2007 è stato richiamato ad allenare il Bari per sostituire Rolando Maran. Al suo arrivo i galletti pugliesi navigavano in cattive acque ma lui è riuscito a condurli ad una quanto mai sofferta salvezza. Poi Materazzi  nel dicembre 2008 è diventato nuovo allenatore dell’Olympiakos Volos, squadra greca partecipante al campionato Beta Ethniki greco, equivalente alla nostra Serie B.
Lì ha potuto avvalersi come assistente e collaboratore tecnico di un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano, il nostro Antonio Antonucci.Come Dirigente Sportivo, ossia consulente tecnico, ora Materazzi è in Sardegna all’Olbia.

 

wwww.polisportivagaeta1931.it