OCCASIONE SPRECATA! COL SEMPREVISA SOLO UN PAREGGIO (2-2): BIANCOROSSI IN VANTAGGIO, POI SUPERATI, QUINDI DI NUOVO PAREGGIO E… DUE PALLE-GOL D’ORO SCIUPATE NEL FINALE

sempre

SEMPREVISA-GAETA 2-2

SEMPREVISA: Gavillucci, Molle, Navarra, Orilia, Carbonari, Palombi, Pazienza (64’Greco), Santarpia, Di Florio (92’Coluzzi), Pitocchi, Biasiotti (87’ Cacciotti). A disp.Ciccarelli, Iovino, Saccucci, Serafini. All. Liberati

POL. GAETA: Andolfi, Mantoan, Zingrillo, Bosco, Fortunato, De Rosa (69’ Dama), Marigliano (53’ Seppani), Manzo, Valentino (46’ Avella), Colafranceschi, Romano. A disp. Egizzo, Romeo, Pellino, Visciglia. All. Melchionna

Arbitro: Sig.Perri di Roma 1 (ass. Sigg.Valente di Roma 2 e Papagna di Roma 1)

Marcatori: 22’ Colafranceschi (G), 62’ Greco (S), 71’ Di Florio (S), 75’ Manzo (G).

Note: spettatori circa 300.Tempo clemente.  Angoli 2-2. Ammoniti: Molle, Palombi (S), Bosco, Manzo, Valentino (G)

Alla fine è giusto parlare di occasione sprecata. Sia per la portata dell’avversario di turno, il Semprevisa, che però sia ben chiaro ha disputato una signora gara, sia per le opportunità a dir poco clamorose gettate alle ortiche nei minuti finali. Per superare compagini tecnicamente inferiori occorre giocare con voglia, cuore, determinazione, cattiveria agonistica, prerogative che ieri i biancorossi non hanno affatto palesato. Ci riferiamo allo stare sul pezzo, al giocare con il sangue agli occhi. Cosa che invece i padroni di casa hanno fatto. L’incontro al Galeotti ha avuto inizio con qualche minuto di ritardo. Al 2’una buona occasione per il Gaeta con Romano che tira debolmente e Gavillucci blocca con facilità. Al 12’ Di Florio impegna a terra l’attento Andolfi. Le squadre si controllano a vicenda e la partita non è particolarmente bella. I biancorossi al 22’ però passano in vantaggio con una spettacolare conclusione dalla distanza di Colafranceschi che scavalca il portiere del Semprevisa. I padroni di casa provano a reagire, qualche innocua esecuzione di calci piazzati ma nulla più. Il Gaeta non gioca alla sua maniera e non si rende mai pericoloso. La prima frazione di gioco si trascina così fino al 45’. Melchionna ad inizio ripresa sostituisce Valentino con Avella. I ragazzi di mister Liberati dopo cinque minuti hanno già una buona occasione di testa con Carbonari. Il Gaeta non lotta come dovrebbe su ogni pallone, al contrario del Semprevisa che fa del furore agonistico la sua arma migliore. Al 22’ Di Florio caparbio riesce a colpire ed a servire al centro un pallone controllato dai biancorossi che stava per finire tranquillamente sul fondo. Greco non ha difficoltà a mettere in rete. Galvanizzati dal gol e sospinti dall’incitamento della tifoseria locale i padroni casa cercano il colpo grosso. Nel Gaeta entra Dama che rileva De Rosa. Ospiti ancora poco battaglieri e Semprevisa che al 71’ passa in vantaggio con Di Florio lasciato solo. Un minuto dopo lo stesso centravanti prova segnare ancora . Da quel momento in poi assistiamo ad un risveglio dei biancorossi che con dei lanci in avanti, spesso cercando la sponda di Dama, cercano il pareggio. Ed il gol arriva al 75’ ad opera di Manzo dopo una deviazione di Dama. Il Gaeta poi cerca di stringere i tempi e di riportarsi in vantaggio. All’87’Colafranceschi ha clamorosamente sui piedi il colpo del ko ma lo fallisce. Gara che sembra finita lì. Ma il Gaeta al 91’ ha un’altra volta la possibilità del game over. Romano però solo davanti alla porta avversaria calcia al volo fuori. Mani nei capelli in tribuna tra i sostenitori biancorossi. Finisce 2-2. Negli spogliatoi patron Belalba alzerà la voce chiedendo  ai suoi maggiore umiltà, spirito combattivo, attaccamento alla maglia