PARTENZA ALLA GRANDE PER IL GAETA (4 A 2 CON IL MINTURNO)

guadagnul

Pol. Gaeta-Citta’ di Minturno 4-2

Pol. Gaeta:Testa, Ciotola, Zappalà, G. Vitale, Sebastianelli, Bellucci, Vitale E. (37’ Infimo), Fanelli, Longobardi, Marzullo (43’ Lubrano), Guadagnuolo (32’ st Monetti). A disp. Raso, Marciano, Petronzio, Perillo. All. Melchionna

Città di Minturno: Cenerelli, Conte (19’ st Martino), Gatti, Neri (12’ st Tomassi), Sica (6’ Montana), Aquilone, Scippa, Castiglione, Cenerelli, Venerelli, Signore. All. Pernice

Arbitro: Sig. Crescenzio di Aprilia (Ass. Abbatecola e Di Maola di Cassino

Marcatori: 12’pt   R Venerelli (M), 39’ pt Longobardi (G), 4’ st Bellucci,15’ st Guadagnuolo (G), 28’ st Marzullo (G),34’ st Tomassi (M)

Note:spettatori 200 circa. Ammoniti Bellucci, Ciotola, Zappalà, Fanelli (G), Neri, Signore (M). Angoli 6-3 per il Gaeta. 0’ rec.pt   4’ rec. st

Il Gaeta inizia ottimamente la sua avventura nel campionato di Eccellenza superando brillantemente un volenteroso e combattivo Minturno. E si badi bene che in partenza il risultato non poteva essere affatto scontato, nonostante la netta differenza tecnica tra le due squadre, e questo soprattutto nell’attuale fase di avvio della stagione, quando le squadre sono in rodaggio e gli automatismi devono essere ancora messi a punto bene. A maggior ragione per il Gaeta, sceso in campo con un solo reduce dello scorso anno, capitan Fanelli e con una squadra totalmente rinnovata. La squadra biancorossa già dal primo minuto di gioco si riversa nella metà campo avversaria proponendo interessanti trame offensive. Il team di mister Pernice si affida a lanci lunghi per cercare di sorprendere la retroguardia biancorossa. Spesso è lo stesso  portiere Cenerelli a fare da battitore, con i compagni d’attacco pronti a sfruttare eventuali errori. Al 10’ il direttore di gara, tra le proteste del folto pubblico presente, assegna un discusso calcio di rigore per un fallo di Bellucci su Venerelli. A incaricarsi del tiro dal dischetto è lo stesso attaccante minturnese che segna.Il Gaeta colpito a freddo non si scompone e cerca immediatamente la reazione. Al 22’ Guadagnuolo è protagonista di un’ottima azione ma nessuno dei suoi compagni si fa trovare pronto per il tapin vincente. Al 26’ Cenerelli ribatte molto bene una conclusione biancorossa. Quattro minuti dopo ci prova Marzullo ma la sua sassata subisce una deviazione e finisce oltre la traversa. Al 37’ Melchionna spedisce in campo Infimo al posto del giovane Vitale. E al 39’è il centravanti Longobardi ad andare in rete ristabilendo così la parità. Nemmeno sessanta secondi dopo ci prova Infimo con una pericolosa conclusione dalla distanza.La nuova sistemazione in campo della squadra adottata dall’allenatore gaetano dopo il cambio  è efficace, lo si nota subito. Al 42’ scroscianti applausi per Marzullo che con la sua raffinata tecnica si libera di un avversario e poi scaglia un tiro che finisce di poco oltre la traversa. La prima frazione di gara si conclude sull’ 1 a 1, un risultato un  po’ stretto per il Gaeta. Il fischio dell’arbitro è seguito dagli applausi del pubblico presente, che ha particolarmente gradito la prova dei biancorossi. Ad inizio ripresa al 49’ il Gaeta passa in vantaggio. Vitale batte un calcio di punizione servendo magistralmente Bellucci che al volo scaraventa la sfera dentro la porta.  rete di ottima fattura per il difensore biancorosso, che corre ad esultare sotto la tribuna. Al 60’ Guadagnuolo servito da un assist di Fanelli si presenta davanti a Cenerelli e lo trafigge. La gara è praticamente a senso unico. Al 64’ altra azione insidiosa per i padroni di casa con Infimo che salta anche il portiere ma il pallone scivola sul fondo. Al 73’ è il Mago a firmare il poker. Marzullo infatti ben servito evita due avversari e segna. Una manciata di minuti dopo è l’ottimo Cenerelli ad evitare un passivo più pesante riuscendo a ribattere un tiro ravvicinato di Infimo.Gli ospiti, mai domi nonostante il pesante risultato capitalizzano l’unica opportunità che gli capita, al 34’ quando Tomassi riesce a piazzare il tiro vincente e a battere Testa. Quattro i minuti di recupero assegnati dal signor Crescenzio di Aprilia. Al 92’ Cenerelli nega la soddisfazione del gol a Infimo nei pressi della porta. La gara si chiede con la marcata vittoria del Gaeta per 4-2, un successo beneaugurante per l’inizio del campionato. Fa festa la tifoseria biancorossa accorsa in massa a Monte San Biagio, con applausi e incitamenti per tutti. Da segnalare in conclusione l’eccellente organizzazione della gara, in una località nuova per la categoria con il contributo e la preziosa collaborazione delle forze dell’ordine presenti.

Foto Leonardo D’Angelo