PER I BIANCOROSSI UN PUNTO PREZIOSO A SAN CESAREO (1-1). LA RETE DI ALLEGRETTA RISTABILISCE LA PARITA’

bic

SAN CESAREO-POL. GAETA 1-1

San Cesareo: Di Mario, Giordani, Stazi (15’ st Ciampi), Valentini, Ciampini,Rufini, Lo Schiavo, Evangelisti, Pieragostini (33’ st Fondi), Provaroni, Fortuna (13’ st Milano). A disp. Mascoli, Alongi, Menicucci, Giordano. All. Antonucci

Pol. Gaeta: De Deo, De Feo, Zappalà, Ciotola (21’ st Luchetta), Schioppa, Matrullo, Allegretta, Raiola, Capuano (1’ stBruno), Pepe, Pesole (1’ st famiano). A disp. Russo, coda, Bosco, Marano. All. Melchionna

Arbitro: Sig. Fantozzi di Civitavecchia (Ass. Ticani di Roma 2 e Civillini di Tivoli)

Marcatori: 13’ pt Ciampini (SC), 42’ st Allegretta (G)

Note: Espulso al 32’ st per doppia ammonizione Matrullo (G). Ammoniti Rufini,Evangelisti (SC), De Deo, Schioppa (G). Angoli 2-1 per il San Cesareo       2’ Rec pt   5’ Rec st

Al termine dei novanta minuti di gioco il Gaeta raccoglie un punto davvero prezioso oltre che meritato dal confronto con il San Cesareo, in questo momento sua diretta concorrente nella lotta salvezza. I biancorossi oggi sono giunti in terra romana privi di due perni quali Bosco e Colella a cui si è aggiunto alla vigilia anche Diallo e con un Famiano non al meglio tenuto per un tempo in panchina. Aggiungiamoci anche un terreno di gioco a cui i biancorossi non erano certo abituati. Eppure in avvio è stata la squadra di Melchionna la più propositiva, arrivando a schiacciare gli avversari nella loro metà campo. Al 13’ però ancora una volta da palla inattiva, un calcio piazzato i gaetani in pratica si fanno male da soli. Il pallone arriva sui piedi di un biancorosso la cui respinta maldestra si trasforma nel migliore degli assist per Ciampini, posizionato davanti alla porta, che con estrema facilità scaraventa il pallone in rete. Il Gaeta, passato in svantaggio, per alcuni minuti sembra accusare il colpo. Poi prima Raiola e poi Ciotola in due distinte azioni hanno la possibilità di calciare a rete ma preferiscono il passaggio ad un compagno facendo così sfumare l’ occasione. Al 34’ ecco l’abbaglio del signor Fantozzi di Civitavecchia che ravvisa un fallo da rigore chiaramente inesistente a favore del San Cesareo. Gli ospiti perdono banalmente la sfera e la squadra romana ne approfitta per lanciare a rete Pieragostini, ma De Deo esce e colpisce nettamente il pallone. Il direttore di gara decreta il penalty e lo stesso Pieragostini calcia alto. Dopo due minuti di recupero le due formazioni rientrano negli spogliatoi. Dal 1’ della ripresa subito due cambi nel Gaeta, con Famiano che rileva Pesole e Bruno al posto di Capuano. Melchionna passa così da un 3-5-2  ad un 3- 4 – 2- 1 , cercando di giocare tra le linee con Raiola e Famiano mezze punte e poi in avanti Bruno a dare  profondità. Nonostante volontà e determinazione, per i biancorossi non arrivano buone opportunità per arrivare al pareggio. Al 32’ il Gaeta si ritrova a giocare  in dieci per l’ espulsione di Matrullo per doppia ammonizione. Ma la squadra di Melchionna pur in inferiorità numerica resta in partita, vuole lottare fino all’ ultimo. Al 42’ Famiano batte magnificamente un calcio di punizione pennellando un bel pallone per Allegretta, che ben piazzato brucia Di Mario. E’ la rete dell’ 1 a 1. Al 43’ De Deo compie un grande intervento su un ottimo tiro di Provaroni. Ma non è finita. Ci sono ben cinque minuti di recupero. E proprio al 50’ Bruno ha sui piedi la palla del 2-1 ma calcia alto. Il match termina in parità, un risultato accolto molto bene in casa Gaeta. “ Quello che abbiamo conquistato oggi è da ritenersi un ottimo punto su un campo difficile – ha commentato a fine gara il ds gaetano Lombardi –Bisogna continuare su questa strada, da tre domeniche raccogliamo punti importanti.