PER IL GAETA AD ARTENA E’ BEFFA: ALL’ULTIMISSIMO SECONDO SFUMA UN SUCCESSO MERITATO!

Vis Artena-Gaeta

Vis Artena – Gaeta 2 – 2

Vis Artena: Zattin; Quattrocchi; Ronchetti; Cristofari; Padovani; De Angelis (26° st Casagrande); Romagnoli; Innocenzi; Morelli; Cini; Nardi  A disp.: Trinchera; Pizzuti; Michelangeli; Pomponi;simone; Maselli  All.: Pino Di Cori

Gaeta: Capodici; Mantoan; Elitro;Armenio (20 st De Meo); Calabrese; Di Emma; Emma (35° st Sandu); Leccese; Reali; Zingrillo (30° st Visciglia); Nunziata  A disp.: Maffeo; Fortunato; Romeo; Bruno   All. Felice Melchionna

Arbitro: Sig. Impenna di Rieti (Ass. D’Arpino di Cassino e Giuliani di Roma 2)

Espulsi: Ronchetti (Artena) per doppia ammonizione

Ammoniti: : Reali, Calabrese, Elitro (Gaeta),Cini (Artena)

Marcatori: 3° st Nunziata (G), 4° Cini (A), 39° st Mantoan (G), 48° Morelli (A)

Note: giornata soleggiata e tiepida. Gara disputata a porte chiuse. A seguire l’incontro dalla rete esterna allo stadio una sessantina di persone. Angoli 5-2 per il Gaeta

Ad Artena si affrontano due squadre distanziate di un solo punto in classifica. La squadra biancorossa oggi sembra particolarmente ispirata, vivace e decisa a fare bottino pieno. Al 7° bella discesa di Mantoan sulla fascia con tiro finale che finisce fuori. Subito dopo all’8° un ottimo tiro dalla  lunga distanza di Reali e pallone che sfiora il palo. Il Gaeta si muove bene e controlla agevolmente gli avversari, che non si rendono mai pericolosi. Tra i locali si fa apprezzare per dei buoni spunti Romagnoli. Ma l’azione più ghiotta della prima frazione di gioco arriva al 12° quando Zingrillo si presenta solo davanti a Zattin e si fa parare il tiro. Un’opportunità davvero clamorosa questa. Per gli ospiti da annotare un bel colpo di testa al 31° di Cristofari, con Capodici che respinge sopra la traversa e poi un calcio di punizione dal limite da ottima posizione non sfruttato per niente. Allo scadere, al 46° Zattin scaccia  fuori dalla porta un pallone splendidamente calciato da Nunziata e che sembrava destinato ad insaccarsi all’incrocio dei pali.  Il primo tempo termina sullo 0-0 ma sono i biancorossi a rammaricarsi per il mancato vantaggio. La ripresa inizia con il Gaeta in avanti. Al 3° Emma è bravo a rubare il pallone ad un avversario sulla fascia sinistra all’altezza del calcio d’angolo. Il numero 7 gaetano mette al centro per Nunziata che scaglia il pallone in rete senza lasciare scampo al portiere avversario. Nemmeno però il tempo di esultare che la Vis Artena perviene al pareggio, probabilmente per un momento di rilassamento dei biancorossi. E’ il 4° e ad approfittarne è l’esperto Cini che in area da favorevole occasione non perdona. Pericolo per il Gaeta all’8° con l’Artena che in uno dei rari capovolgimenti di fronte con un cross mette Morelli nelle condizioni di battere a rete. Ma  il bomber ex biancorosso non riesce a colpire la palla. Al 16° brutto colpo per la squadra di mister Di Cori che resta in dieci per l’espulsione di Ronchetti, che già precedentemente ammonito, rimedia un secondo cartellino giallo. Al 20° primo cambio per il Gaeta con De Meo che subentra ad Armenio. A questo punto Mantoan è libero di portarsi in avanti. I biancorossi spingono, anche se i padroni di casa nonostante l’inferiorità numerica tengano bene il campo. Mister Di Cori al 26° gioca la carta Casagrande, al rientro quest’oggi. Il brasiliano entra al posto di De Angelis. Nel Gaeta spazio anche a Visciglia per Zingrillo e un paio di minuti più tardi a Sandu per Emma. Al 39° gli sforzi dei ragazzi di Melchionna vengono premiati. Nunziata crossa magnificamente dalla sinistra ed il giovane Mantoan al volo manda la palla in rete, firmando così il suo secondo capolavoro personale in trasferta. Il gol sembra spianare la strada al Gaeta verso la conquista di un altro successo esterno. Fino al 90° poi non accade più nulla. Nei minuti di recupero però, al 48°, ultimissimo secondo, per il Gaeta arriva la beffa. Prima è de Meo a salvare sulla linea di porta su tiro di Cini, poi sul proseguimento dell’azione cross in area e Morelli di testa insacca . La sua specialità. Tramortiti  i biancorossi in campo e un gruppo di affezionati all’esterno dello stadio. L’arbitro non fa nemmeno mettere la palla al centro e manda tutti negli spogliatoi. Peccato !!! Oggi si è visto un bel Gaeta, ordinato, manovriero, capace di imporre il gioco e rendersi superiore all’avversario, che non è mai andato in sofferenza. Una squadra costretta al fotofinish a rinunciare a due punti importanti e soprattutto meritati. Bravo Melchionna nel preparare la partita e nell’operare i cambi. Guai però a parlare solo di sfortuna o di destino cinico e malvagio. Da migliorare  infatti in chiave futura la capacità di concentrazione della squadra, che comunque è in salute, continua a crescere e comincia a macinare gioco anche su campi difficili come Artena. Con buona pace di gufi e cassandre.

 

 

www.polisportivagaeta1931