PER IL GAETA, NONOSTANTE L’INFERIORITA’ NUMERICA E’FESTIVAL DELLE OCCASIONI MANCATE. COL POMEZIA FINISCE IN PARITA’ (2-2)/ LE FOTO

leccese

POL. GAETA-POMEZIA 2-2

Pol. Gaeta: Venditti, Del Brocco, De Meo (21′ st Pellino), Incitti, Lisi, Di Emma, Mazza, Leccese, Mariniello(7′ st Di Tullio),Fanelli (43′ st Spila), Mazza. A disp. Fiorini, Armenio, Amitrano, Valentino.  All. Melchionna

Pomezia: Mastella, Papili, Martinelli, (38′ pt Pascucci), Nardi, Morini, Cipolletta, Lo Pinto, Flore (Cardella), Bianchini (30′ st Ciccarelli),Romondini, Muratore. A disp. Bergantino, Caratelli, Sales, Mari. All. Punzi

Arbitro: Sig. Quattrociocchi di Latina (ass. Sigg. Abbatecola di Cassino e Mazzarella di Ostia Lido).

Marcatori: 40′ pt Leccese  (G), 11′ st aut. de Meo (G), 26′ st Infimo (G), 33′ Ciccarelli su R (P)

Note: spettatori 150 circa. Espulso Del Brocco (G). Ammoniti: Fanelli, Lisi, Leccese (G), Nardi, Muratore, Cardella (G). Rec. pt 1′    Rec. st 4′

Il Gaeta, che oggi è costretto a fare a meno di Orsinetti per squalifica, parte subito bene. Al 4′ potrebbe già portarsi in vantaggio ma Mariniello ottimamente servito da Infimo scivola e l’occasione sfuma. Scampato il pericolo la squadra di Punzi cerca di prendere le misure all’avversario. Al 14′ il direttore di gara espelle per una presunta scorrettezza su Bianchini il difensore Del Brocco. Il Gaeta che contesta la decisione del direttore di gara,ritenuta eccessiva, resta in dieci. La squadra di casa, risistemata da Melchionna non accusa l’inferiorità numerica. Segue una fase in cui non succede un granchè in campo. Al 28′ però grosso pericolo per i biancorossi con Muratore che si incunea in area, si presenta davanti a Venditti e poi calcia con sicurezza. Il pallone colpisce il palo poi rimbalza dall’altra parte ma non entra. Pronta replica al 34′ del Gaeta con Mariniello che scavalca il portiere e poi cicca. Occasione d’oro questa per i gaetani. Ora Incitti e compagni cominciano a prendere il sopravvento. Al 38′ il Pomezia sostituisce Martinelli con Pascucci. Al 40′ arriva il gol. Leccese da grande distanza lascia partire un tiro che va ad insaccarsi sorprendendo Mastella. (nella foto l’esultanza del calciatore) Il primo tempo dopo un minuto di recupero concesso dall’arbitro si conclude con il Gaeta in vantaggio per 1-0. All’11’ della ripresa arriva il pareggio degli ospiti. Su un traversone Muratore anticipa un difensore gaetano e scaraventa in rete. La squadra gaetana non ci sta. Comincia a spingere per cercare la via del gol. E bisogna dire che riesce a sopperire all’uomo in meno grazie ad una grande tenuta atletica e alla corsa. Al 18′ Leccese su azione conseguente a calcio di punizione impegna a terra Mastella. Al 23′ è Pellino a fallire una grandissima palla gol proprio davanti la porta. Un minuto dopo Infimo su una bella ripartenza spreca calciando alto. Al 26′ Infimo su azione insistita di Mazza, bravo a portare avanti il pallone, anche con il tacco, conclude felicemente trafiggendo il portiere. Ancora Infimo protagonista al 32′ ma l’attaccante, dopo uno splendido contropiede gaetano, colpisce male. Forse avrebbe potuto servire Fanelli. Poi, nemmeno sessanta secondi dopo, Muratore si infila in area tra di Emma e Pellino e finisce a terra. L’arbitro non ha dubbi nell’assegnare il penalty. Batte Ciccarelli, entrato al posto di Bianchini, e segna. Tutto da rifare per il Gaeta che non demorde. Al 38′ Mazza davanti al portiere spreca. Fioccano oggi le occasioni-gol per i padroni di casa. Al 41′ Pellino riesce a superare il portiere in uscita poi non riesce più a controllare il pallone. 4 i minuti di recupero concessi dall’arbitro. Ma il risultato non si schioda. La gara termina 2-2, un pareggio accettato serenamente dai biancorossi, resta il fatto che le opportunità per segnare sono state davvero tante e tutte ghiotte. In ogni caso, si è avuta ulteriore conferma che è difficile per tutti piegare questo Gaeta, seppure in dieci.

Fotoservizio di Leonardo D’Angelo