Riciniello, Belalba incontra l’assessore Ridolfi. Nei prossimi giorni da parte del Comune dovranno essere reperite le risorse per i lavori della recinzione ed altre sistemazioni. Poi la Commissione di Vigilanza. I tempi non dovrebbero essere lunghi. Belalba: “Sarò presente una volta la settimana in Municipio per seguire la vicenda, prendo questo impegno”

ridolfi e belalba (2)

Nella giornata di mercoledì il presidente della Polisportiva Gaeta Mario Belalba ha incontrato presso la Casa Comunale l’assessore allo sport Luigi Ridolfi. Sul tavolo la questione relativa allo stadio Riciniello, con il campo ormai già omologato ma con l’intera struttura non fruibile in quanto ancora non completamente a norma per dei lavori richiesti ed al momento non effettuati. L’assessore ha tranquillizzato il massimo dirigente biancorosso circa la precisa volontà dell’Amministrazione di arrivare in tempi brevi all’apertura dello stadio. Riguardo le opere previste, in particolare la recinzione ma non solo, nei prossimi giorni si dovrà procedere al reperimento delle risorse necessarie a far partire i lavori, ma ciò potrà avvenire successivamente all’’approvazione del consuntivo 2015, poiché in questi giorni l’apparato comunale è impegnato proprio al  conseguimento di questo vitale obbiettivo. I tempi tecnici per la realizzazione dei necessari lavori al Riciniello secondo le stime dell’assessore non dovrebbero essere lunghi, forse anche una ventina di giorni. Sarà poi la Commissione provinciale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo che dovrà dare l’ok per l’agibilità dello stadio. Belalba nel sollecitare una maggiore attenzione per il problema Riciniello, compatibilmente con il necessario iter procedurale, ha spiegato a Ridolfi come sia fondamentale, imprescindibile per l’attività del Gaeta Calcio avere a disposizione il terreno di gioco di via Marina per la preparazione estiva ad agosto. Intanto a luglio, all’atto dell’iscrizione al campionato, sarà inserito il Riciniello quale terreno di gioco della squadra biancorossa, in quanto il campo di per sé è omologato. “Ma -ha detto Belalba –l’obbiettivo è quello della piena fruibilità dello stadio, affinchè finalmente la città possa tornare a vivere il calcio ed il Riciniello possa tornare ad essere frequentato da piccoli, grandi e famiglie. C’è un’enorme voglia di calcio e di stadio cittadino, ogni giorno la gente per strada mi ferma chiedendomi novità in merito. Ho ascoltato con attenzione e rispetto le parole dell’Assessore Ridolfi. Per quanto mi riguarda resterò vigile e sarò presente una volta la settimana in Municipio per essere aggiornato sulla situazione Riciniello. E’ un impegno che ho preso con la mia Società ed in primis con me stesso. Non voglio nemmeno lontanamente pensare ad un nuovo avvio di campionato lontano da Gaeta né tantomeno giocato al Riciniello ma a porte chiuse. Quindi, in sintesi, fiducia nell’operato dell’Amministrazione ma anche una mia costante opera di presenza in Municipio e di sollecito, ogni settimana, seguendo passo passo ciò che avverrà. Mi sembra doveroso verso gli sportivi tutti, verso la nostra tifoseria.”