Sabato da dimenticare per i giovani biancorossi della Juniores Elite . Il pesante passivo matura nei minuti finali (4-0)

Stadio_Andrea_Caslini_(Colleferro)

COLLEFERRO-POL. GAETA 4-0

Colleferro:  Lupo, Conti, Rosito, Cavallucci, Tagliaboschi (20 st Scaccitelli), Noce, Shytaj (44 st Cellitti), Costantini (15′ st Bianchini), Simeonov (41′ st Pappalardo), Botticelli, Vittori (26′ st Falamesca). A disp.  Liberti, Zappi,  All. Vazi

Pol. Gaeta : Testa, Iorio (43′ pt Forzan), Marciano, Bohaterets (33′ st Frisan), Popolla, Azoitei, Calcagni (36′ pt Monetti), Esposito, Trani (8′ st Cardi), Murolo, Carpisassi (28′ st Di Giorgio). A disp. Giunta,  Matrullo. All. Nardone

Arbitro: Sig. Caroli di Roma

Marcatori: 47′pt Simeonov, 40′ st Scascitelli, 44′ st Pappalardo, 46′ st Cavallucci (C)

Note: Ammoniti  Cavillucci, Costantini, Bianchini, Falamesca (C), Calcagni, Carpisassi

 

Il Colleferro parte subito all’attacco per cercare la prima vittoria della stagione, imponendo già immediatamente il proprio gioco. La squadra di casa fa pressing e assume il comando del gioco, ma senza pungere. Al 6’ Testa è chiamato ad una doppia respinta su Botticelli e Shytaj. Al 16’ Vittori al volo manda alto. Al 20’ da registrare uno svarione della difesa gaetana che serve il pallone a Shytaj, il quale entra in area ma si fa deviare il tiro in angolo. Al 31’ Murolo si destreggia in area avversaria con un bel palleggio areo, concludendo però alto. Al 34’ ancora Testa risponde alla grande al tiro di Shytaj. Il Colleferro ci crede fino all’ultimo e infatti al 47’, in pieno recupero, il Gaeta capitola. I biancorossi su azione di rimessa regalano il pallone a Shytaj, che entra in area, mette in mezzo  e per Simeonov, lasciato tutto solo è un gioco da ragazzi mettere la palla in rete. La squadra di casa dunque chiude la prima frazione di gioco meritatamente in vantaggio. La ripresa vede un Gaeta diverso, più propositivo, ma poco incisivo in attacco. Il Colleferro prova a giocare in contropiede e nei minuti finali colpisce per ben tre volte, al 40’ con Scascitelli che realizza con un bel tiro a volo che si insacca nell’angolino, al 44’ con Pappalardo e al 46’ con Cavallucci. Il match del Caslini termina con un punteggio piuttosto pesante per la formazione di Nardone, che oggi non era in panchina per squalifica. Ma è il frutto di una prova opaca, l’opposto di quella sciorinata appena una settimana prima con l’Atletico 2000. Gaeta quindi chiamato ad una immediata riscossa sabato prossimo in casa con il Futbolclub.