SCONFITTI I BIANCOROSSI A CASSINO (3-1). ASSEGNATO UN RIGORE ALLA SQUADRA DI CASA. INVECE SU DUE EPISODI SIMILI FAVOREVOLI AL GAETA L’ ARBITRO SORVOLA. ANZI TIRA FUORI IL ROSSO

cassino-gaeta

CASSINO-POL. GAETA 3-1

Cassino: Della Pietra, Di Vito, Santilli, Partipilo, Ruggieri, Mercurio, Corrado, Darboe, Giglio, Pontecorvo, Monaco di Monaco. A disp. Gazzerro, Verdone, Shabanaca, Visone, Carlini, Lombardi, Picozzi. All. Castellucci

De Deo, Matrullo, Zappalà, Salese, Popolla, Giudice, Compierchio, Mazza, figliomeni, Pepe, Raiola. A disp. Camara, Di Grezia, Forcina, Castriota, Kabangu, Cirelli, Carpisassi. All. Melchionna

Arbitro: Sig. Spinetti di albano Laziale (Ass. Cocco e Martelluzzi di Frosinone)

Marcatori: 12’ pt Giglio su R ( C ), 32’ pt Monaco di Monaco ( C ), 45’ pt Compierchio ( G ), 3’ st Corrado (C)

Note: Espulso Kabangu (G). Ammoniti Pontecorvi ( C ), Giudice (G). Angoli 7-2 per il Cassino. 0’ pt  4’ st

 

Al “Salveti” è di scena una delle classiche di altri tempi, il match tra il Cassino ed il Gaeta. In avvio la gara è abbastanza equilibrata. Al 12’ Popolla commette fallo su Monaco Di Monaco in area di rigore. Il signor Spinetti non ha dubbi ed assegna il penalty, che Giglio non sbaglia. Passato in vantaggio, il Cassino esce fuori assumendo le redini del gioco. Al 23’ occasione d’oro per i padroni di casa, con Monaco Di Monaco che calcia fuori di un soffio con De Deo in uscita. Al 28’ il Gaeta va vicino al pareggio. Della Pietra è protagonista di un grande intervento andando a deviare un pallone di Mazza indirizzato sotto l’incrocio. Quattro minuti dopo Monaco Di Monaco arriva prima di tutti alla deviazione vincente sotto porta su un pallone servito dalla sinistra. Cassino dunque in vantaggio per 2 a 0. La squadra di Castellucci gioca bene ed al 36’ Pontecorvi colpisce la traversa. I biancorossi non sembrano aggressivi e determinati verso i portatori di palla. Al 42’ Compierchio servito in area calcia ma rasoterra e Della Pietra respinge. Al 45’ ottimo assist di Mazza dalla sinistra, Della Pietra respinge ma Compierchio arriva e scaraventa in rete. Si va al riposo con il Cassino in vantaggio per 2 a 1. Ad inizio ripresa la formazione di casa porta a tre le marcature con Corrado che si presenta solo davanti al portiere e segna. Al 7’ Monaco Di Monaco raccoglie un assist e calcia al volo anticipando l’avversario. La sfera termina fuori. I biancorossi cercano di reagire ma non è una delle loro giornate migliori. Al 24’ su Compierchio viene commesso un evidente fallo da rigore ma il direttore di gara sorvola. Anzi allontana dal terreno di gioco per proteste il dirigente Mazzara. Al 25’ calcia Partipilo, respinge De Deo. Il Gaeta cerca sempre il gol che potrebbe riaprire la gara. Al 39’ Kabangu viene steso in area ma ancora una volta l’arbitro fa finta di nulla. Salvo poi espellere per proteste l’attaccante gaetano. A quanto pare due pesi, due misure nella valutazione dei falli in area di rigore. Quattro i minuti di recupero. Al 49’ Pepe servito bene in area, anziché calciare immediatamente verso la porta, cerca lo stop poi l’azione sfuma. La gara si conclude con il successo dei padroni di casa per 3 a 1. Domenica da dimenticare per la Polisportiva Gaeta, una prestazione non esaltante quella della squadra biancorossa  al cospetto di un Cassino quadrato e coriaceo. Ma quei due falli da rigore non ravvisati e che hanno fatto infuriare tutti, dalla panchina alla tifoseria presente, fanno ancora discutere.