TORNARE ALLA VITTORIA E’ D’OBBLIGO-FONDAMENTALE LA PRESENZA ED IL SOSTEGNO DEI TIFOSI BIANCOROSSI

anitrella

Domani al Riciniello arriva l’Anitrella, in teoria, dati alla mano l’avversario più semplice, quasi dall’inizio del torneo la vittima sacrificale del raggruppamento. Ultimi in classifica con un solo punticino ( gara interna con  il Monterotondo Lupa, era l’11 novembre)dopo venti giornate, i ciociari non sembrano avere più nulla da chiedere a questa stagione disgraziata. E le recenti partite disputate dall’Anitrella denotano proprio un’aria di grande smobilitazione: pesante la sconfitta interna di domenica scorsa col Boville (0-7) ed ancora peggio una settimana prima a Ceccano (11-2).Probabilmente ,considerata la certa retrocessione, come spesso accade in questi casi, si preferisce schierare una linea verde, quindi offrire ai giovani la possibilità di fare esperienza. E’ inutile dire che le cifre per quanto riguarda la classifica sono impietose. Solamente 14 i gol all’attivo e ben 60 reti subite. L’astinenza in fatto di gol si è avvertita soprattutto tra le mura amiche con un misero bottino di 5 reti in 11 incontri disputati. Eppure, specie ad inizio campionato l’Anitrella non è mai stata considerata squadra-cuscinetto  essendosi sempre dimostrato avversario ostico per tutti, potendo vantare anche alcuni interessanti elementi. All’andata non fu semplice per i ragazzi di mister Melchionna avere la meglio contro una squadra mai doma, piegata poi dal gol capolavoro di Mantoan. La formazione ciociara che scenderà in campo al Riciniello probabilmente sarà assai diversa  (forse del tutto)da quella che affrontò i biancorossi  al Liri il 24 settembre dello scorso anno in una giornata particolarmente calda. Domani all’Anitrella mancherà i difensore Partigianone appiedato dal giudice sportivo. Detto ciò, occorrerà giocare con la determinazione e lo spirito agonistico con cui va affrontato ogni avversario, non solamente quelli blasonati. Le insidie possono nascondersi ovunque. Ma mister Melchionna questo lo sa e ha come al solito già impartito le giuste direttive ai suoi ragazzi. Tra i biancorossi assenti De Lorenzo per squalifica ed Emma, che sta recuperando da un infortunio. Convocato per la prima volta quest’anno un altro dei ragazzi della Juniores, il difensore Camboni. Sicuramente un valido, necessario apporto dovrà fornirlo l’appassionata tifoseria gaetana, pronta a “riappropriarsi” degli spalti del Riciniello. L’incitamento ed il sostegno dei supporters gaetani hanno sempre rappresentato un valore aggiunto, prezioso come non mai. Auguriamoci dunque di poter vivere tutti insieme una bella giornata di festa e di poter celebrare al meglio il tanto atteso ritorno.

Roberto D’Angelis