Un Audace più concreto supera un Gaeta poco incisivo sotto porta (1-3).Critiche al direttore di gara. Esordio-gol per Trani

Gaeta-Audace Empolitana

Pol. Gaeta-Audace San Vito Empolitana 1-3

Pol. Gaeta: Ruocco, Forcina, Marciano, Monetti (19’ st Cantarale), Matrullo, Castiglione, Ciotola (8’ st Mazza), Simone (13’ st Trani), Reppucci, Ottobre, Raiola. A disp. Razza,Ascione, D’Ambrosio, Marciano. All. Melchionna

Audace San Vito Empolitana: Fortunati, Macciocchi (1’ st Illiano), Mautner, Valentini (20’ st De Luca), Pesce, Fumini,Maurizi, Chiti, Regis (30’ st D’Urso), Greco, Demofonti. A disp. Gerosi,Siciliano, De Lio, Cascio.All. Greco

Arbitro: Sig. Bocchini di Roma 1 (Ass. Abbatecola di Cassino e Librale di Roma 2)

Marcatori: 15’ st Greco, 16’st Demofonti, 26’ st Regis (A), 32’ st Trani (G).

Note: Gara iniziata con mezz’ora di ritardo per problemi ai mezzi di trasporto della squadra ospite. Ammoniti Castiglione, Simone, Raiola (G). Angoli 11 a 3 per il Gaeta. Rec. pt 1’ rec. st 3’

L’avvio di gara tra il Gaeta e l’Audace Empolitana al Comunale di Monte san Biagio vede subito partire bene i padroni di casa. Al 5’ Raiola è pericoloso ma la sua conclusione termina fuori. Il match è vivace e si caratterizza per i continui capovolgimenti di fronte, con le due squadre che cercano i tre punti. Al 21’ è Regis a portare una vera e propria insidia alla porta gaetana con un pericoloso colpo di testa su azione di calcio d’angolo. La sfera finisce oltre la traversa. La gara si trascina poi senza sussulti fino al termine del primo tempo (uno il minuto di recupero). Da rimarcare le tante critiche da parte della panchina gaetana e degli spettatori all’indirizzo del direttore di gara per alcune valutazioni opposte su episodi simili. Ad inizio ripresa subito ci prova Reppucci con un bel tiro ma Fortunati para senza difficoltà. Al 4’ efficace azione gaetana con un assist dalla sinistra di Raiola intercettato di testa da Reppucci ma il pallone termina alto oltre la traversa. Al 12’ fa tutto bene Raiola che poi scaglia un pallone verso l’angolino ma incredibilmente Fortunati ci arriva e riesce a salvarsi in angolo. Bisogna anche dire che è un periodo in cui la Dea Bendata non è certamente dalla parte dei gaetani. E così nell’arco di tre minuti arriva la spietata legge del calcio. Capitan Greco calcia una punizione certamente non irresistibile con Ruocco non intercetta bene la sfera che termina in rete. Nemmeno sessanta secondi dopo i gaetani lasciano avanzare con una certa facilità Demofonti che batte a rete e supera Ruocco. La gara ora è tutta in salita per la formazione di Melchionna che fin qui non ha demeritato, anzi. Ma non è semplice per i giovani gaetani, (anche oggi nove undicesimi sono under)contro una squadra affiatata, con un bel gioco corale e brava davanti risalire la china. Il direttore di gara, che ogni tanto ingaggia dei battibecchi con i calciatori gaetani e con la panchina, sorvola su un  netto mani in area di rigore  ospite al 21’. Al 23’ Fortunati, davvero bravo, si salva alzando oltre la traversa. Al 25’ l’insidia per il Gaeta arriva da Demofonti che salta alcuni avversari e fa partire una conclusione che però termina a lato. Al 26’ Regis chiude in pratica la gara, andando ad incrociare molto bene di testa e scaraventando la sfera in rete. La differenza in campo la fa la concretezza degli ospiti. Al 29’ Ottobre fallisce un’ulteriore occasione per il Gaeta. A ridurre lo svantaggio deve pensarci un altro ’98, oggi al suo esordio in Eccellenza, Trani che con lucidità e freddezza è bravo al 32’ a scaraventarla in rete colpendo molto bene la sfera. E sempre lui tre minuti dopo colpisce al volo ma la fera questa volta termina alta. Tre i minuti di recupero. Al 46’ Raiola sbaglia clamorosamente un gol che sembrava già fatto dopo essersi involato bene verso la porta avversaria. Quest’ultimo episodio è un po’ l’immagine della gara, con un Gaeta spuntato, poco incisivo al momento di battere a rete, che ha giocato ed ha avuto le sue occasioni ed una Audace Empolitana che ha giocato altrettanto bene ma come si diceva è stata concreta in attacco e si è avvalsa di un ottimo Fortunati. La sintesi è questa, anche se l’1-3 sembrerebbe parlare di un’altra partita.