UN BEL GAETA ESPUGNA GENNAZZANO: AUDACE BATTUTA NEL MATCH D’ALTA CLASSIFICA (0-1)

audace-gaeta 2

Audace Sanvitoempolitana – Pol. Gaeta 0-1

Audace Sanvitoempolitana: Fortunati, Macciocchi (7’ pt Casalenuovo), Tabascio, Valentini (40’ st Ascione), Pesce, Simmi, D’Urso, De Luca (32’ st Fumini), Regis, Greco, demofonti. A disp. Cordella, De Lio, Tassoni,Passeri. All. Greco

Pol. Gaeta: Ioime, Sebastianelli, zappalà, Vitale, Terracciano, Bellucci, Perillo, Fanelli (22’ st Longobardi), Infimo (26’ st Cerro), Marzullo (36’ st Guadagnuolo), Lubrano. A disp. Testa, Esposito, Picano, Monetti. All. Melchionna

Arbitro: Sig. Marchioni di Rieti (ass. Sigg. Conti di Frosinone e Di Giacomo di Tivoli)

Marcatori: 35’ pt Infimo (G)

Note: giornata soleggiata e calda. Spettatori una cinquantina circa. Ammoniti Fortunati (A), Ioime, Vitale, Terracciano, Lubrano (G). Angoli: 3 a 2 per l’Audace. Rec. pt 1’   rec. st 4’

Il Gaeta mette a segno sicuramente un bel colpo, andando ad imporsi a Gennazzano su una delle squadre di vertice e soprattutto tra le più in forma. Allo stadio “Le Rose” oggi era in programma il big match della nona giornata d’andata. Pronti-via ed il Gaeta fa subito intendere di essere ben determinato e molto organizzato. E difatti al 5’ arriva già una bella occasione con Infimo che calcia debolmente e la sfera viene così recuperata dai difensori prima che possa dirigersi pericolosamente verso la porta. Al 7’ subito una prima sostituzione tra le fila dei bianconeri, si infortuna Macciocchi e viene sostituito da Casalenuovo. Gli ospiti spingono in avanti e per poco Fanelli non arriva a battere a rete. La partita la fa il Gaeta, ben disposto in campo e molto concentrato, con la chiara volontà di conquistare l’intera posta in palio.Il dominio della formazione di mister Melchionna, che oggi schiera in avanti Infimo fin dall’inizio, è evidente. E la manifesta superiorità in campo si concretizza al 35’. Il mago Marzullo calcia alla perfezione una punizione dalla sinistra per la testa di Infimo che è pronto ad insaccare. Gaeta dunque in vantaggio. Nel finale della prima frazione di gioco i locali tentano un improvviso colpo di coda prima al 44’ con il colpo di testa di De Luca ben posizionato davanti alla porta, che non impensierisce Ioime e poi al 45’ con la conclusione pericolosa di Regis. Dopo un minuto di recupero le squadre tornano negli spogliatoi con la squadra gaetana in vantaggio meritatamente per 1 a 0. La gara anche ad inizio ripresa è molto vivace. Al 10’ Perillo lanciato molto efficacemente ha una buona possibilità ma calcia senza impensierire affatto Fortunati. L’Audace che per quasi tutto il primo tempo aveva subito l’iniziativa degli ospiti alza subito il proprio baricentro. Al 16’ un pallone scorre pericolosamente davanti alla porta gaetana senza che nessuno si faccia trovare pronto alla deviazione vincente. Col passare dei minuti la supremazia territoriale dei bianconeri si dimostra sempre più sterile. Il Gaeta dal canto suo denota una certa compattezza, anche una umiltà e spirito di sacrificio, con una capacità di difendersi senza mai andare in sofferenza. Ciò, attenzione, potrebbe essere molto importante nel prosieguo del campionato. L’Audace, sotto di un gol e che chiaramente ha cambiato marcia rispetto ad una opaca (causa anche la grande prestazione degli ospiti) prima frazione di gara, è veloce, caparbio e non ci sta a perdere. Ma anche per una bella squadra come quella del capitano-allenatore Greco è impresa ardua spuntarla nei confronti dell’esperta e ben quadrata formazione gaetana. Difatti non si registrano azioni degne di nota e pericoli  fino allo scadere. Quattro poi i minuti di recupero concessi dal signor Marchioni di Rieti. Non cambia nulla, il match termina con la vittoria dei biancorossi per 1 a 0. Prima vittoria esterna per il Gaeta di Melchionna, i tre punti conquistati a Gennazzano contro una diretta avversaria  rappresentano un evidente messaggio al campionato.