Un ottimo Gaeta si rende protagonista, fra le mura amiche, di un’eccellente prestazione ai danni del Serpentara a cui rifila un sonoro poker

gol

Parte subito forte la formazione biancorossa, protagonista già al 1′ con Bosco, che in area di rigore ha la possibilità di calciare in porta ma viene fermato in extremis da un intervent scomposto di un difensore ospite. In campo e sugli spalti si reclama il rigore ma l’arbitro non è d’accordo. Al 10’ si vede il Serpentara con Porzi, protagonista di un’incursione in area, ma a pochi passi da De Meo, perde l’equilibrio, sprecando l’occasione per il tiro. Il Gaeta preme e passa al quarto d’ora: splendida punizione di Salese e Palombo è battuto. I biancorossi hanno ancora fame e si vede. Prima sfiorano il gol con Bosco al 20’, che tenta un tiro di piatto che esce di poco a lato. Successivamente, al 24’, Raiola si rende protagonista di un’ottima apertura, andando a pescare Cirelli, che non arriva sul pallone, sprecando l’occasione di trovarsi a tu per tu con il portiere. Si rivede il Serpentara al 41’ con Cestrone che supera De Deo, ma a porta vuota fallisce il tocco vincente. Al 45’ i ragazzi di Melchionna raddoppiano grazie a Kabangu, che tira un rigore in movimento, spiazzando così il numero uno ospite. Lo scatenato Kabangu, 60 secondi più tardi, in pieno recupero, si regala una doppietta, scaturita da un’ ottima azione personale che termina con un pallonetto che non lascia scampo a Palombo.

Nella seconda frazione, al contrario della prima, il Serpentara esce dal guscio. Cestrone al 10’, batte con un diagonale De Deo. I padroni di casa non si spaventano e due minuti più tardi rispondono con un buon tiro da fuori di Cirelli, Palombo ci mette i guantoni. Al 17’ Cirelli con tiro di piatto, mette in cassaforte il risultato segnando il 4-1. Situazione favorevole per i rossoblu al 23’, che conquistano un calcio di rigore per un fallo in area di Giudice. Piva va al tiro e non sbaglia. Nonostante il raddoppio, il Serpentara non ci crede più, la gara si conclude con un ultima emozione regalata da Compierchio che salta Palombo, ma al momento del tiro scivola. I biancorossi conquistano comunque i tre punti, sotto lo sguardo di un soddisfatto mister Melchionna che giudica così la prestazione: “Penso che oggi, a differenza di altre gare, abbiamo approcciato bene la partita. Merito dell’ottimo lavoro svolto in settimana”.

GAETA-SERPENTARA 4-2

 

GAETA: De Deo, Forcina (30’ st Trani), Zappalà, Salese, Capuano, Giudice, Kabangu (15’ st Compierchio), Bosco, Cirelli, Raiola, Figliomeni (42’ st Mazza). A disp.: Russo, Matrullo, Popolla, Zaccaria. All.: Melchionna.

SERPENTARA: Palombo, Anastasio, Savatteri, Piva, Savone, Bellucci, Ventura, Sterpone, Zocchi (42’ pt Maione), Porzi (32’ st Giustiniani), Cestrone. A disp.: Lucangeli, Spaziani, Battini, Ilari, Bendia. All.: Baiocco.

ARBITRO: Andriambelo di Roma 1

MARCATORI: 15′ pt Salese (G), 45 pt e 47’ pt Kabangu (G), 10’ st Cestrone (S), 17’ st Cirelli (G), 23’ st Piva su rigore (S)
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: 29′ pt Figliomeni (G), 38’ pt Porzi (S), 13 st Bosco (G), 19 st Sterpone (S), 23’ st Giudice (G). Angoli 4 – 4. Recupero: pt 1’, st 4′